Dell’Aversano fuori pericolo. Polizia sul luogo dell’agguato

Acerra. Sono terminati soltanto in tarda mattinata i rilievi degli agenti del commissariato di Acerra, coadiuvati dagli esperti della scientifica, in via Leonardo da Vinci, luogo dove questa notte ignoti hanno esploso quattro colpi di arma da fuoco all’indirizzo di Carmine Dell’Aversano, 26 anni, di Acerra.

Il ragazzo, residente nel rione Gescal, è stato centrato da due proiettili: uno all’inguine, l’altro all’avambraccio. Per fortuna le sue condizioni non sono ritenute gravi dai medici dell’ospedale Cardarelli, dove il giovane è ricoverato e dove è stato trasferito dopo un primo arrivo al pronto soccorso della clinica Villa dei Fiori di Acerra.

I medici del nosocomio partenopeo hanno infatti sciolto la prognosi, dopo averlo dichiarato fuori pericolo. L’agguato è avvenuto esattamente a metà di via Leonardo da Vinci, l’arteria che collega il Parco Gravina a piazza Castello, verso le 2 della scorsa notte.

Il giovane sarebbe stato avvicinato, mentre era nei pressi di una cornetteria, da due persone in sella ad uno scooter e rimaste ancora incognite: uno dei due avrebbe esploso dall’alto verso il basso quattro colpi di pistola, due dei quali hanno colpito Dell’Aversano. Il giovane è stato accompagnato in clinica e poi trasferito al Cardarelli.


Le indagini sono già partite e si stanno muovendo in tutte le direzioni. La polizia ha effettuato in mattinata dei rilievi lungo via Leonardo da Vinci, provvedendo ad acquisire testimonianze ed elementi utili alle indagini che potrebbero arrivare anche dai filmati delle telecamere presenti in zona. Non si esclude nessuna ipotesi e sotto la lente degli investigatori c’è anche ciò che avviene a tarda notte nel centro storico di Acerra, dove gli episodi di microdelinquenza sono diventati ormai molto frequenti.

Il luogo dell’agguato. Nel riquadro Dell’Aversano



Condividi