Spuntano altri video hot nei camerini. L’arrestato è un insospettabile

Marcianise. Violenza sessuale ai danni di un minore di 14 anni. E’ un’accusa pesantissima quella con la quale Daniele C., 45enne di Calvi Risorta, si presenterà nelle prossime ore davanti al gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere per l’interrogatorio di garanzia.

L’uomo è quello che in gergo si dice un insospettabile: lavora infatti come autista per una ditta privata e spesso gli capita di viaggiare con giovani a bordo. Nessuno avrebbe immaginato fosse invischiato in una storia tanto torbida, e mai nessuno avrebbe ipotizzato ciò che aveva nel computer di casa.

I carabinieri della Compagnia di Marcianise hanno acquisito un vero e proprio archivio che ora sarà analizzato. Tra hard disk e memory card, infatti, il 44enne aveva una collezione di filmati, tutti simili tra loro: i video immortalavano ragazze che si spogliavano nei camerini. Resta da chiarire se il 44enne autista di Calvi abbia girato in prima persona quei filmati, un’ipotesi che appare probabile alla luce del fatto che erano stati registrati in centri commerciali del Napoletano e del Casertano.


Inoltre il 44enne aveva con sè uno strumento specifico per catturare immagini rubate come una portachiavi con microcamera. Proprio con questo congegno domenica pomeriggio ha provato a filmare una 12enne.

L’episodio non è avvenuto all’interno del centro commerciale Campania ma in un negozio di abbigliamento esterno, nell’area del parco commerciale di località Aurno. Secondo i carabinieri di Marcianise l’uomo, dopo aver palpeggiato il sedere di una dodicenne, l’ha seguita durante gli spostamenti riprendendola col famoso portachiavi.

La microcamera, prontamente recuperata dai carabinieri, conteneva un video che ritraeva la giovanissima mentre provava alcuni capi di abbigliamento. Il primo atto di una vicenda che potrebbe ora allargarsi.




Condividi