Rapine choc sull’Asse Mediano, incastrato bandito

FRATTAMAGGIORE. Nel corso delle indagini su due rapine effettuate ai danni degli automobilisti sul tratto dell’asse mediano che collega Frattamaggiore alla rotonda di Arzano, gli agenti del commissariato frattese hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Napoli Nord per rapina aggravata dall’uso dell’arma.

Il destinatario della misura, un 37enne domiciliato a Napoli, secondo l’ipotesi accusatoria avvalorata dal gip, era solito utilizzare un ponte pedonale in disuso per raggiungere a piedi l’area di dosta dove si appostava nascondendosi tra la vegetazione in attesa di potenziali vittime. Una volta individuate le aggrediva mandando in frantumi i vetri dei finestrini dei veicoli minacciando le persone presenti con una pistola.


I due episodi ricostruiti ed accertati dalla polizia sono stati commessi il 18 settembre e il 4 gennaio scorsi ai danni di una coppia nel primo caso e di una donna sola in auto nel secondo. All’individuazione dell’autore dei due reati si è giunti dopo aver raccolto la denuncia delle vittime che hanno riconosciuto all’interno di un album fotografico appositamente predisposto il loro aggressore. L’acquisizione di tabulati telefonici ha consentito di verificare la presenza dell’odierno indagato nelle due date indicate sul luogo delle rapine.

Fondamentali si sono rilevati poi i servizi di osservazione posti in essere dalla polizia in date diverse da quelle rapine. In questo modo si è accertato che l’indagato era solito raggiungere a piedi l’area isolata, mettendosi in attesa e approfittando della scarsa illuminazione. Sono in corso accertamenti per verificare se l’indagato si sia reso responsabile anche di altre rapine analogha avvenute in zona.




Condividi