Stellato invita i rivali ad un confronto pubblico

San Tammaro. La campagna elettorale per il rinnovo del civico consesso del Comune di San Tammaro sta entrando nel vivo. Tra gli argomenti attuali, riservati da una maggior attenzione, vi è la questione legata alla zona P.E.E.P (acronimo che sta per Piano edilizia economica popolare). A tal riguardo, con l’intento di fare chiarezza, il candidato a sindaco della lista “Le Rondini” Ernesto Stellato invita i candidati delle altre liste ad un dibattito pubblico su tale argomento

In questo momento” – esordisce Ernesto Stellato – “la tematica riguardante i problemi sorti nella zona P.E.E.P., di nuova realizzazione nel tratto stradale che collega San Tammaro a Capua, vive un’attenzione particolare da parte delle liste avversarie alle elezioni, in segno di discontinuità di quello che è stato fatto in passato. In tale zona, il nostro operato è stato e continua ad essere più che corretto. Al fine di chiarire ogni concetto ai cittadini, invito i candidati a sindaco delle altre liste ad un confronto pubblico sul tema, che possa essere aperto ai quesiti dei cittadini e dei vari residenti della zona. Ci rendiamo conto che in quella zona c’è qualche disagio, dovuto a particolari argomenti, quindi noi vorremmo sviscerarli”.

Da parte del candidato a sindaco della lista “Le Rondini”, l’obiettivo è quello di far partecipi i cittadini dell’evoluzione vissuta nell’area P.E.E.P.: “E’ giusto che i cittadini sappiano questi problemi dove nascono. Non sono nati in questa amministrazione, in quanto l’edificazione è precedente all’insediamento dell’Amministrazione Cimmino. Già nel 2008 gran parte dei parchi erano realizzati, ma in quella zona non c’era ancora alcuna urbanizzazione. Solo in seguito sono state adempiute urbanizzazioni e servizi primari, tuttavia è giusto che i cittadini sappiano chi ha lascito in eredità le problematiche, come per esempio i cumuli di rifiuti. Ci sono delle foto che specificano che questi problemi sono sorti ben prima e sono stati generati dall’incuria e dall’inettitudine delle passate amministrazioni”.

In conclusione, Ernesto Stellato focalizza l’attenzione sull’aspetto concretezza che l’Amministrazione Cimmino, su spinta del progetto “Le Rondini”, attua sin dal 2008: “Le altre liste non devono evidenziare unicamente le problematiche, è riduttivo. Bisogna portare delle soluzioni. Fare proteste è semplice, sono necessarie proposte concrete ed iniziative da portare a compimento, affinché possano essere risolti questi problemi. Ciò è di sicuro più complicato. Per questo motivo, chiedo un confronto insieme agli altri candidati alla carica di sindaco”.