Cosenza Casertana: finisce il sogno per i falchetti

AGGIORNAMENTO. Finisce il sogno B per quest’anno, la Casertana non va oltre il pareggio sul campo del Cosenza. Dopo un buon primo tempo, la ripresa non è stata all’altezza delle aspettative.

I falchetti si sono lasciati imbrigliare dai padroni di casa più esperti e non sono riusciti a rendersi pericolosi. Davvero una brutta prestazione che lascia l’amaro in bocca per il valore che aveva l’avversario, ampiamente alla portata. Finale nervoso con un’espulsione del capitano casertano che ha mollato un calcio agli avversari che continuavano a perdere tempo.

Oggettivamente i 4′ di recupero sono apparsi pochi, il Cosenza ha perso tantissimo tempo, i giocatori si buttavano sempre a terra. Dopo l’espulsione c’è stata grande tensione con le panchine che si sono catapultate in campo. Tutto oro colato per il Cosenza che voleva proprio questo. L’arbitro ha fatto giocare soltanto 26 secondi in più rispetto ai 4 di recupero, una vera beffa per i falchetti che potevano e dovevano osare di più nell’ultimo quarto.


IL PRIMO TEMPO

Sport. Avvio choc negli ottavi play off di lega Pro per la CASERTANA, dopo due minuti allo stadio San Vito di Cosenza i locali passavano in vantaggio con Tutino.

I falchetti reagivano e dopo una decina minuti pareggiavano il conto con Finizio. Supremazia territoriale per la Casertana che nella parte centrale del primo tempo metteva alle corde l’avversario creando un paio di situazioni importanti. Più scialba la parte finale del match. La frazione di gioco si è chiusa sul risultato di 1 a 1.

I falchetti sono ancora in corsa e possono tentare il colpaccio




Condividi