A

Prof accoltellata, 17enne verso messa in prova: data decisiva

Acerra/Santa Maria a Vico. Potrebbe estinguere il suo reato senza  per questo finire in carcere: per R.S., il 17enne di Acerra accusato di aver accoltellato la prof Franca Di Blasio, si apre infatti lo spiraglio della messa in prova.
A riferirlo è “Il Mattino”: la data decisiva sarà ad ottobre quando il gup dovrà pronunciarsi su questo percorso, dopo la richiesta già giunta dal legale di essere processato col rito abbreviato. La modalità della messa in prova sarà concordata insieme alla comunità per minori nella quale il ragazzo si trova adesso dopo la scarcerazione del mese scorso.

Lo stesso tribunale dei minori, due mesi dopo l’aggressione, decise per la liberazione e il trasferimento in una struttura specializzata. In quel periodo il 17enne aveva scritto anche una lettera alla sua insegnante nella quale si dichiarava dispiaciuto per il gesto, che ovviamente non rifarebbe e di aver molto riflettuto.
Il giovane, figlio di un commerciante e proveniente da una famiglia stimata in città, dopo aver ottenuto l’affidamento a una comunità per minori ad ottobre potrebbe dunque cominciare il percorso che lo porterebbe ad espiare la probabile condanna per lesioni aggravate, reato per il quale è stato chiesto il rinvio a giudizio. Pochi giorni dopo l’aggressione, il consiglio di istituto dispose nei suoi confronti l’allontanamento dalla comunità scolastica con esclusione dallo scrutinio finale.



Condividi