“A CR7 400 milioni, a noi calci nei…”: protesta choc degli operai Fiat. FOTO E VIDEO

Pomigliano d’Arco. CR7 colpo del secolo e possibile testimonial Ferrari? A Pomigliano non ci stanno e poche ore dopo l’ufficializzazione del nuovo acquisto bianconero viene messa in atto una protesta choc.

“Per Ronaldo 400 milioni… Agli operai solo calci nei coglioni”. Così un manifesto affisso sul muro di recinzione dello stabilimento Fca di Pomigliano d’Arco dagli esponenti dei Si Cobas e dai cinque ex operai della stessa fabbrica, il cui licenziamento è stato sentenziato dalla corte di cassazione nelle scorse settimane. Uno degli ex operai, licenziati per aver messo in scena attraverso un manichino il ‘suicidio’ di Marchionne, indossa una maglia con la foto dello stesso manichino ‘impiccato’ nel 2014 davanti al reparto logistico di Nola, ma con la testa di Ronaldo e la scritta “400 milioni presi dalle tasche degli operai? No grazie. La faccio finita”.

“Noi siamo quelli che ti paghiamo”, si legge ancora sul manifesto, affisso vicino all’ingresso 2 sul quale campeggia la foto di Cristiano Ronaldo con la maglia della Juventus, e che, secondo i manifestanti sarà pagato con i soldi da destinare invece agli operai.

I Cobas annunciano lo sciopero


“Cristiano Ronaldo è il nuovo giocatore della Juventus anche grazie ai capitali che sborserà Fiat. Decine di milioni di euro investiti dalla società che da pochi giorni ha fatto per l’ennesima volta ricorso alla cassa integrazione straordinaria per le fabbriche di Melfi, Pomigliano e Mirafiori, riversando sulla fiscalità generale il costo di parte del salario dei suoi operai. Le condizioni salariali e lavorative degli operai peggiorano, mentre i profitti della Fiat aumentano e con questi i padroni si tolgono anche i loro sfizi calcistici, comprano i loro giocattoli e si godono la bella vita. L’accumulazione di plusvalore è il lavoro rubato agli operai, il lavoro per cui gli operai non vengono pagati. Lavoro in eccedenza che produce profitti. Con questi profitti è arrivato Ronaldo alla Juventus. Sono gli operai ad averlo acquistato. Se c’è lui in mezzo al campo è perché esiste una catena di montaggio e gli schiavi salariati che vi lavorano. Nient’altro.

Venerdì 13 Si Cobas Fca Pomigliano proclama 8 ore di sciopero per ogni turno di lavoro.
Lunedi 16 sciopero indetto da Usb a Melfi con le stesse modalità.”

LE FOTO

IL VIDEO




Condividi