San Felice Gate: 2 ex consiglieri convocati in Procura dal pm

San Felice a Cancello. Due ex consiglieri comunali di San Felice a Cancello sono stati ascoltati ieri in Procura dal pm Gerardina Cozzolino nell’ambito delle indagini, oramai infinite del San Felice Gate.
Sotto la lente il viaggio a Roma del 7 dicembre 2013, quando una delegazione sanfeliciana partecipò alla convention di Ncd agli studios De Paulis.
La Cozzolino ha mostrato le foto acquisite all’indagine e ha voluto sapere chi c’era, di fatto i due ex consiglieri hanno confermato quello che si evince dalle immagini e cioè che erano tutti lì compreso Francesco Petrone.
E’ chiaro a questo punto che il pm sta indagando sul comandante dei vigili Nicola Mauro.
La Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere aveva aperto un fascicolo per falsa testimonianza.
Lo disse in un’udienza all’inizio di maggio il pm Gerardina Cozzolino, durante una fase calda del processo relativo al San Felice gate.
Sotto la lente la realizzazione di uno spartitraffico in piazza Giovanni XXIII che da parte della ditta di Luigi Dragone e per i quali non c’era alcuna autorizzazione o affidamento.


Mauro, chiamato come testimone, aveva dichiarato di essersi recato sul posto e di aver incontrato il vicesindaco Petrone che avrebbe autorizzato la prosecuzione dei lavori. Al riguardo c’è anche un brogliaccio nei registri della municipale sanfeliciana (sequestrato dall’autorità giudiziaria).
Ma in realtà Petrone era a Roma come confermato da tutti presenti alla convention, si profila quindi l’accusa di falso in atto pubblico.




Condividi