Problema Appia: Pirozzi pronto a chiudere le porte ai mezzi pesanti ma…

Santa Maria a Vico.  Giovedì scorso a Santa Maria a Vico il sindaco Andrea Pirozzi ha organizzato una conferenza dei servizi.
Sotto la lente la criticità in cui versa il tratto stradale Appia  compreso tra Caserta e Benevento, in particolare quello che si snoda dal Comune di Maddaloni e sino a quello di Arpaia, dipeso in parte dall’eccessivo flusso veicolare di mezzi pesanti (42mila veicoli giornalieri,  di cui il 30% da mezzi pesanti).
Erano presenti i sindaci di Airola, Arpaia, Maddaloni, i comandanti dei caschi bianchi di San Felice e Cervino e un dirigente dell’Anas.
Al fianco di Pirozzi l’onnisciente Valentino omnibus Ferrara.
Mancava solo un rappresentante del Comune di Arienzo, con il sindaco Guida assente giustificato.


Pirozzi ha lasciato intendere che è pronto ad emettere un’ordinanza di chiusura al traffico dei mezzi pesanti.
Sarebbe un provvedimento che ne innescherebbe altri a catena. Pirozzi vuole concentrare l’attenzione su un problema divenuto insostenibile.
Un sindaco divenuto molto teatrale nelle sue azioni.
In zona sono oltre 20 anni che si parla di un’autostrada o di una variante pedemontana che possa bypassare l’attuale punto di passaggio e risolvere la grana.


PASQUALE NUZZO

Si poteva già lavorare prima e con forza a queste soluzioni, oggi il risultato sarebbe stato diverso. Pirozzi è stato assessore ai lavori pubblici dal 2001 al 2006 e dal 2010 al 2015.
L’unico, e lo ripetiamo che aveva tempo fa preconizzato l’attuale situazione, era stato l’ex sindaco Pasqualino Nuzzo che aveva parlato di una variante già 15 anni fa, nel 2004 organizzò un pubblico dibattito sull’argomento a cui Pirozzi non partecipò. Sempre l’avvocato di via San Marco ne organizzò un altro nel 2010.
Il resto è aria fritta ed è solo un modo per pubblicizzarsi.




Condividi