San Felice Gate 2: ecco cosa è successo stamani nel processo DDA

San Felice a Cancello/ Casapesenna. Dopo l’udienza preliminare del mese scorso questa mattina a Napoli doveva iniziare il processo del San Felice Gate due davanti al Giudice Roberta Attena.

La seduta è saltata per l’astensione degli avvocati, se ne riparlerà a fine settembre. Tra i presenti anche Pasquale De Lucia e Francesco Di Giunta.

Insieme con l’ex Sindaco di San Felice ed ex consigliere regionale e provinciale Pasquale De Lucia, sono imputati ben otto persone che rispondono di una serie di reati aggravati dalla circostanza di aver agevolati la camorra: trattasi dell’inchiesta sugli appalti conferiti dal Comune di San Felice a Cancello alle ditte del clan dei Casalesi. Oltre a Pasquale De Lucia ( difeso dall’avv. Abet, per cui in sede di Riesame è decaduto articolo 7 ) e’ imputata la ex presidente di terra di lavoro ed ex consigliere comunale di Castel Volturno Rita Nadia Di Giunta ( difesa dall’avv. Raffaele Crisileo).


Tramite di lei il primo cittadino sanfeliciano avrebbe stretto un accordo con Antonio Zagaria, fratello del boss ed ex ‘primula rossa’ Michele per selezionare ed individuare le imprese del clan a cui affidare appalti e lavori del Comune.
A processo anche Francesco Di Giunta, fratello di Rita, Felice Auriemma ( di Arienzo ed ex funzionario del Comune sanfeliciano ( difesa dall’avv. Renato Jappelli), Clemente Biondillo, ex consigliere comunale di San Felice (difeso da avvocato Crisci Clemente), Oreste Fabio Luongo, ex consigliere comunale di Casal di Principe ( difeso dall’avv. Maurizio Noviello ). Sono indagati in concorso con Pasquale De Lucia di associazione a delinquere aggravata dalla finalità mafiosa.
Sotto processo stamane anche Alfonso Giuseppe Di Giunta, padre di Rita Nadia (difeso dall’avv. Gaetano Crisileo ) e Antonio Zagaria (difeso dall’avv. Angelo Raucci) fratello del boss Michele ed attualmente in carcere.

L’imprenditore Costantino Capaldo, difeso da avvocato Simoncelli, e l’ex segretario comunale Alfredo Pane, nell’ambito di questo procedimento saranno giudicati con il rito abbreviato.




Condividi