Due indagati per la morte di Giovanni Cepparulo

Santa Maria Capua Vetere. Si attende l’autopsia sul corpo del 25enne Giovanni Cepparulo, morto lunedì notte a Santa Maria Capua Vetere  dopo essere stato fulminato da una scarica elettrica sprigionatasi da un lampione ubicato nel parco in cui viveva la fidanzata in via Della Valle.
La Procura ha emesso due avvisi di garanzia nei confronti dell’amministratore del condominio luogo della tragedia e del titolare della ditta che si occupa della manutenzione nel parco Solaria di Santa Maria.


E è stato affidato l’incarico anche ad un consulente tecnico che avrà il compito di capire cosa è successo al lampione, perché è partita quella scarica mortale nonostante non vi fossero fili scoperti. Si tratta di atti dovuti a fronte di questa tragedia che ha scosso tutti.
Di sposti una serie di accertamenti tecnici che stabiliranno l’origine della scossa e solo dopo sarà possibile comprendere se ci siano delle responsabilità per quanto è accaduto.




Condividi