Un assessore deve uscire dalla giunta: la Regione convoca la minoranza

Cancello ed Arnone. La prova di forza del sindaco Ambrosca sulle quote rosa della giunta è destinata a sciogliersi come una ricotta di bufala al sole…

Infatti il gruppo consiliare di minoranza Di Benedetto, Emerito, Cirillo, Caimano è stato convocato in Regione per il giorno 06/09/2018, dalla consigliera di parità di genere dott.ssa Lomazzo, per gli opportuni chiarimenti in merito alla violazione da parte della giunta Ambrosca della legge 56/2014.

 

 

Gia nel primo consiglio comunale della nuova amministrazione targata Ambrosca.


La minoranza consiliare formata dai consiglieri Emerito, Di Benedetto, Caimano e Cirillo puntò l’indice sulla composizione della giunta: “Il sindaco Ambrosca, non  rispetta l’ineludibile quota rosa, non viene assicurata la parità di genere così come previsto al comma 137 dell’art 1 della legge 56 del 2014”.

La giunta è formata da tre uomini ed una sola donna e questo non va bene. L’esecutivo è destinato giocoforza a cambiare, è successo anche in altri Comuni del casertano, ma Ambrosca nicchia.

Indi per cui uno tra Gaetano Ambrosca, Caputo e Di Vuolo deve uscire. Ad essere tagliato dovrebbe essere proprio Caputo che invece è addirittura vicesindaco nonostante sia arrivato dietro nei numeri rispetto ai suoi colleghi.

Di Vuolo e Ambrosca ne vogliono proprio sapere dei patti pre elettorali di Ambrosca con la famiglia Caputo e quindi a settembre per il veterano sindaco potrebbe spuntare fuori grossi problemi di gestione della sua amministrazione…




Condividi