Speronano i carabinieri e scappano: ARRESTATI MORGILLO ED IL PADRE

TERZO AGGIORNAMENTO. Arriva il verdetto, arresti domiciliari per on Mario Morgillo, accusato di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Camera di sicurezza a Maddaloni per Gennaro Morgillo, trattenuto lì, in attesa della direttissima. Per lui le stesse accuse con in aggiunta la violazione della sorveglianza speciale. Erano a bordo di una Fiat 500.

L’operazione è portata avanti dai carabinieri della compagnia di Maddaloni nucleo operativo del tenente Vittorio Palmiero e dai militari della stazione di Cancello. E’ chiaro che durante le perquisizioni non è stata trovata droga, come è ben noto Morgillo Gennaro ha diversi precedenti specifici.

SECONDO AGGIORNAMENTO. L’operazione dei carabinieri è ancora in corso. I militari della compagnia di Maddaloni hanno perquisito l’abitazione di Gennaro Morgillo a Santa Maria a Vico, quella al Parco De Lucia. Ora sono passati in via Polvica a Cancello Scalo dove abita al padre che era con lui nella macchina, Mario Morgillo.

Di sicuro Morgillo Gennaro è accusato della violazione della sorveglianza speciale, non poteva quindi trovarsi al Gaudello in tarda mattinata quando è cominciato l’inseguimento.

 

AGGIORNAMENTO. Potrebbe essere un’operazione importante quella messa a segno pochi minuti fa dai carabinieri della compagnia di Maddaloni, nucleo operativo del tenente Vittorio Palmiero e quelli di Cancello Scalo. Bloccata dopo uno speronamento ed un inseguimento una macchina con a bordo il noto pregiudicato Gennaro Morgillo, assieme a lui c’era un parente. L’inseguimento è cominciato dal Gaudello.


I due a bordo della loro auto stavano cercando di sottrarsi ai carabinieri. Ora dopo essere stati raggiunti e bloccati sono in caserma alla compagnia di Maddaloni. Morgillo non poteva nemmeno trovarsi a San Felice perchè ha la sorveglianza a Santa Maria a Vico.

GENNARO MORGILLO

San Felice a Cancello. Incredibile inseguimento per le strade della frazione Cancello Scalo, più auto coinvolte, grande bagarre.

E’ successo verso le 11 e 35 di questa mattina. Una macchina in fuga ed un’altra dietro dei carabinieri, un’auto civetta, che inseguiva, nella zona centrale della farmacia. Nella stessa operazione una radiomobile dei carabinieri è arrivata a sirene spiegate da via Polvica in direzione San Felice. Probabilmente stavano cercando di chiudere i fuggitivi.

SEGUE AGG.




Condividi