Carabinieri in azione, finisce dietro le sbarre

Maddaloni. Dai domiciliari al carcere. Nuovo arresto per Michele Farina, il 27enne di Maddaloni, già gravato da diversi precedenti. Proprio il suo curriculum gli ha spalancato le porte del carcere di Santa Maria Capua Vetere.

Nella serata di venerdì, infatti, i carabinieri della stazione di Maddaloni, agli ordini del maresciallo Domenico Di Carluccio, sono giunti nella sua abitazione per notificargli un’ordinanza di custodia in carcere. Stando al provvedimento emesso dall’ufficio esecuzioni penali della Corte di Appello di Napoli il giovane deve scontare un residuo complessivo di condanne per 2 anni, 7 mesi e 28 giorni.


A carico di Farina c’è un cumulo di reati, tra i quali furto, per i quali è stato già condannato in via definitiva. Il conteggio totale lo porterà in cella fino al 2021, salvo nuove decisioni delle autorità.

Al momento dell’arrivo dei carabinieri che gli hanno notificato l’ordinanza il 27enne era in casa in quanto già ristretto al regime degli arresti domiciliari. Dopo le formalità di rito è stato condotto presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

L’ultimo arresto risaliva appena allo scorso giugno quando i carabinieri lo bloccarono di sera in via Raffaele Viviani: venne fermato per inosservanza degli obblighi.




Condividi