Canile municipale, l’opposizione attacca Ambrosca: “Promessa non mantenuta”

Cancello ed Arnone. “Uno dei cavalli di battaglia in campagna elettorale dell’attuale amministrazione è stata la promessa di realizzare un canile comunale. Ebbene amici da “cavallo di battaglia “ il fantomatico canile comunale di Cancello ed Arnone è diventato “ciuccio di fuoco”, infatti di randagi nemmeno a sentirne parlare.” Lo dichiara l’opposizione, lanciando una pesante accusa alla giunta di Ambrosca.


“E’ di qualche giorno fa – prosegue la minoranza – la nota con cui l’associazione “Diamoci la Zampa “, di Cancello ed Arnone, associazione di volontariato senza finalità di lucro, diffidava il sindaco ad adeguarsi alla normativa regionale che al fine di favorire la corretta convivenza tra uomo e animale e di tutelare la salute, il benessere e l’ambiente, “promuove la prevenzione del randagismo, la protezione e la tutela degli animali d’affezione e ne sancisce il diritto alla dignità di esseri viventi ed il rispetto delle esigenze fisiologiche ed etologiche, condannando ogni forma di maltrattamento compreso l’abbandono.
Deve poi ulteriormente tenersi a mente che il servizio di prevenzione e controllo del randagismo è un servizio igienico-sanitario pubblico obbligatorio per i Comuni e che in tal senso il Sindaco è riconosciuto quale massima Autorità sanitaria locale, di pubblica sicurezza e responsabile del benessere degli animali sul proprio territorio
Che proprio tale posizione di garanzia impone al Sindaco di intervenire a fronte di situazioni di degrado socio sanitario.

Nonostante ciò ad oggi le criticità permangono nell’ assenza di un intervento dell’amministrazione, che a chiare lettere in una nota indirizzata all’Associazione “no profit” Diamoci la Zampa, scaricando il barile sulle penose condizioni finanziarie dell’ente, tenta di sottrarsi arbitrariamente ai propri obblighi istituzionali.”




Condividi