Si lancia nel vuoto a 16 anni: stava chattando col fidanzato

Giugliano. A salvarle la vita è stata quella che a prima vista poteva sembrare addirittura una dimenticanza. Il suo vicino di casa aveva lasciato installato il gazebo in giardino, nonostante fosse partito per le vacanze. Proprio il telone ha attutito una caduta che poteva esserle fatale.

Tragedia sfiorata nella notte al Parco Futura a Giugliano. Una ragazza di 16 anni si è infatti lanciata dal terzo piano della sua abitazione in via Antica Giardini: un gesto ancora avvolto da mistero. La giovane aveva infatti appena finito di vedere un film e i genitori l’hanno lasciata sul divano a chattare con lo smartphone, prima del terribile tonfo.


Era da poco passata l’una di notte quando i familiari sono balzati dal letto, spaventati dalle urla di dolore dell’adolescente. I genitori non l’hanno vista subito: la ragazzina era infatti atterrata nel giardino del vicino (che era in vacanza): il gazebo per fortuna aveva attutito la caduta. Il tempo di comprendere che era ancora viva e di chiamare i soccorsi che sono stati costretti a scavalcare la recinzione per curarla e caricarla in ambulanza.

La giovane è stata trasportata d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale San Giuliano di Giugliano. E’ in prognosi riservata, ma le sue condizioni, nonostante varie lesioni, non destano preoccupazioni eccessive, tenendo conto della drammaticità della caduta. Gli agenti del locale commissariato sono riusciti anche ad ascoltarla: la 16enne stava chattando con il suo fidanzantino, conosciuto online, quando ha compiuto quello che sembra un assurdo ed estremo gesto. Un angelo, con le forme di un banale gazebo da giardino, l’ha salvata da un destino atroce.

 

 




Condividi