Folle vacanza: picchia moglie incinta e agenti in hotel. Subito libero

Regionnale. Picchia la moglie incinta e viene arrestato dalla polizia. É accaduto a Capri (Napoli). Protagonista un turista messicano in vacanza con la compagna, entrambi quarantenni; i due alloggiavano in un albergo isolano. Poco dopo la mezzanotte dalla camera che occupavano gli stranieri si sono levate urla da parte della donna che ha chiesto aiuto al portiere dell’albergo il quale ha immediatamente allertato la polizia.


Quattro agenti sono entrati nella struttura ma non sono riusciti a fermare l’uomo che, in preda ad un attacco di ira, ha opposto resistenza, aggredendo anche uno degli agenti. É stato placato solo con l’aiuto dello spray urticante. É arrivato anche il 118 poiché la donna aveva dichiarato di essere in stato di gravidanza.

Dopo essere riusciti a bloccarlo, sono scattate le manette per l’uomo, C.M.H.M., mentre la donna con l’ambulanza è stata portata nell’ospedale Capilupi. I sanitari hanno giudicato la donna guaribile in otto giorni mentre il suo compagno si è opposto ai prelievi tossicologici. Il messicano è stato trasferito a Napoli per il rito direttissimo che si è concluso con una condanna a sei mesi di carcere (pena sospesa)




Condividi