Assalto alla gioielleria, colpo grosso dei banditi. In centro non si salva nessuno

Marcianise. Era rimasta l’unica a non essere toccata dai banditi. Nella notte appena trascorsa anche l’ultima gioielleria del centro storico, salvatasi dall’ondata estiva di furti, è caduta sotto i colpi dei ladri.

Una gang di professionisti ha infatti messo a segno un colpo da diverse migliaia di euro ai danni dell’oreficeria Raucci di via Roma. Il raid è stato portato a termine, poco dopo le due di notte, con la tecnica della “spaccata”: i malviventi sono giunti nella zona del centro storico a bordo di un veicolo, poi hanno distrutto la vetrata con alcuni arnesi da scasso.

A quel punto i delinquenti sono riusciti in pochi minuti ad avere accesso al locale e a trafugare tutto ciò che trovavano a disposizione, compresa la merce in esposizione in vetrina. Quando è scattato l’allarme i malviventi era già scappati col bottino. Alla somma sottratta vanno aggiunti anche i danni riportati dall’attività commerciale: gli interventi di ripristino dell’ingresso sono andati avanti fino all’ora di pranzo.


E’ l’ennesima gioielleria che viene visitata dai banditi nel perimetro del centro storico di Marcianise. Ad inizio agosto i malviventi tentarono l’assalto all’orologeria Golino che sorge a pochi metri di distanza. A metà luglio, invece, fu la gioielleria Cascone di via Santoro ad essere svaligiata con la medesima tecnica utilizzata la notte scorsa per l’attività dei Raucci. Sempre nella zona di via Santoro a giugno i ladri fecero irruzione prima nell’oreficeria e poi nel negozio di bomboniere dei D’Anna.

Una lunga escalation sulla quale stanno indagando le forze dell’ordine per comprendere se dietro vi sia un’unica regia: stamattina in via Roma è giunta una volante della polizia per i rilievi del caso.




Condividi