Indagini sulla morte di Donata, trasferita la salma

Casapulla/Casagiove. Una morte inspiegabile. Nessuno riesce a darsi pace. Nessuno riesce ad accettare che una ragazza di 32 anni possa andarsene via per sempre all’improvviso, lasciando un marito che la amava e un bimbo di appena 2 anni.

La salma di Donata Sorbo, originaria di Casapulla, è stata trasferita all’istituto di medicina legale dell’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta: sul corpo della 32enne sono stati infatti disposti ulteriori esami. Della tragedia è stata informata dai carabinieri della stazione di Casagiove anche la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere.

Un test che potrebbe fornire ulteriori chiarimenti sull’arresto cardiaco che l’ha colpita ieri pomeriggio mentre stava lavorando nell’azienda Sorbo Ecologia di via Regalone a Casagiove. Un tragedia improvvisa per la giovane che era da poco rientrata a lavoro dove le vacanze trascorse con marito e figlio.


Soltanto dopo gli esami che dovrebbero comunque tenersi nelle prossime ore la salma di Donata sarà restituita ai familiari per lo straziante momento dell’addio.




Condividi