Addio Mimmo, i messaggi da brividi della Casertana e degli amici di curva

Caserta/Capodrise. E’ una morte che ha addolorato l’intera provincia quella di Mimmo Musone, deceduto ad appena 40 anni, dopo una lunga battaglia. Un volto pulito, un sorriso e una grande passione: la Casertana.

I colori rossoblu, quelli che gli hanno dato gioia anche nei momenti duri e che ha seguito fin da bambini, hanno caratterizzato anche il giorno del suo ultimo viaggio, quello verso la Curva Paradiso.

All’esterno dello stadio Pinto già in tarda mattinata è apparso uno striscione dello storico gruppo ultras Fedayn Bronx ’81: “Il ricorso di un fratello non morirà…Ciao Mimmo fratello ultrà”. Parole che campeggiano davanti al tempio del tifo casertano, dove ha trascorso decine di domeniche.

Anche la Casertana ha voluto ricordarlo con un messaggio bellissimo apparso sulla pagina ufficiale del club:

“Il cielo è sempre più colmo di stelle dal cuore rossoblu.
Sono in tanti, ci guardano dall’alto. Ora c’è anche Mimmo.
E, da lassù, continueranno a cantare e sostenere questi colori.
Gli Angeli Rossoblu sono e saranno sempre con Noi!”


Parole che hanno commosso i tantissimi amici che gli sono stati vicini in questi mesi difficili e che oggi lo hanno accompagnato nell’ultimo viaggio, nella chiesa dell’Immacolata a Capodrise, dove oggi pomeriggio sono stati celebrati i funerali. Musone, dipendente della Barilla di Marcianise, lascia un vuoto incolmabile nella sua famiglia (padre, madre e due sorelle) e nelle persone a lui vicine, su tutte la fidanzata, con la quale presto sognava una vita insieme dopo le nozze.




Condividi