ULTIM’ORA. Schianto in scooter, è gravissima

Aversa. E’ in gravissime condizioni al Moscati la giovane coinvolta verso le 23.30 in via Antonio Ligabue ad Aversa. La giovane era in sella al suo scooter ed aveva appena svoltato da via Giotto, quando, per cause ancora in corso di accertamento, ha perso il controllo del motorino, scontrandosi con un veicolo.

L’urto è stato drammatico. La ragazza è stata disarcionata di sella finendo sull’asfalto dopo un volo terribile. I presenti si sono immediatamente accorti della gravità della situazione ed hanno contattato il servizio di emergenza.

La giovane è stata trasportata con la massima sollecitudine al pronto soccorso dell’ospedale San Giuseppe Moscati di Aversa dove è arrivata in codice rosso. Il quadro clinico appare molto grave e in questo momento i medici stanno facendo di tutto per scongiurare il peggio.

Esagera con l’alcol, ragazzina finisce in coma

San Felice a Cancello. Esagera con l’alcol e finisce in coma, dramma nella Valle. E’ ricoverata all’ospedale civile di Maddaloni A.D., 19 anni, originaria della zona di San Felice a Cancello.

A provocare il ricovero della giovanissima è stato l’abuso di alcol: la ragazza ha decisamente alzato troppo il gomito, complice probabilmente il pranzo domenicale e qualche drink di troppo. All’inizio i sintomi sembravano quelli di una sbronza passeggera, poi la situazione è progressivamente peggiorata fino a quando non è stata accompagnata al Psaut di San Felice a Cancello in evidente stato di ebrezza.

A quel punto però la situazione era già di estrema delicatezza: la 19enne era di fatto in coma etilico e si è reso necessario il trasferimento al pronto soccorso dell’ospedale di Maddaloni, dove è giunta annunciata da codice giallo. La giovane non è in pericolo di vita, ma è stata comunque trattenuta per accertamenti.

Pranzo della domenica in agriturismo si trasforma in dramma: famiglia intossicata

Matese. Si trasforma in dramma il pranzo della domenica per una famiglia della provincia di Caserta. Cinque persone si sono sentite male dopo un pranzo consumato in un agriturismo dell’area matesina. Due di loro sono rimaste intossicate dai pasti consumati, dovendo ricorrere alle cure del personale del servizio di emergenza.

Al ristorante, peraltro molto conosciuto nella zona, sono giunte due ambulanze che hanno preso in cura le persone, appartenenti allo stesso nucleo familiare. Una è stata curata sul posto dai medici, mentre per una ragazza è stato necessario il trasporto in ospedale.

La giovane è stata trasportata d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale Melorio dove è stata sottoposta nel corso del pomeriggio ad alcuni accertamenti specifici. Non sono escluse azioni da parte dei clienti intossicati nei confronti della struttura.

Botte al vigile, il giorno della verità

Marcianise. Domani è il giorno della verità per Salvatore Allegretta, il 26enne residente a Parco Primavera, fermato ad aprile per l’aggressione al vigile Filippo Lasco e poi liberato. E’ fissata infatti per domani mattina al tribunale di Santa Maria Capua Vetere la prima udienza del processo per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Stando alla ricostruzione della polizia municipale, avrebbe reagito in malo modo a un controllo degli agenti alla bancarella dove stava vendendo i calzini. Lo stand non era il suo, ma il giovane lavorava saltuariamente: all’arrivo degli agenti a Parco Primavera però è nato l’alterco conclusosi nel peggiore dei modi.

Allegretta, secondo quanto emerso, ha colpito con un pugno il vigile Filippo Lasco, dalla cui pistola d’ordinanza è partito un colpo in aria che ha messo in fuga il giovane prima dell’arrivo degli agenti che lo hanno arrestato. Allegretta venne fermato e liberato pochi giorni dopo, salvo essere coinvolto di lì a poco nel maxi blitz dei carabinieri che sgominò l’organizzazione che gestiva la piazza di spaccio del Parco Unrra Casas.

Salvatore Allegretta

50enne colto da arresto cardiaco, la corsa in ospedale

San Prisco. Paura nel tardo pomeriggio per un 50enne di San Prisco, colto da un malore improvviso mentre si trovava nella sua abitazione. L’uomo, residente in via Aniene, ha avuto un arresto cardiaco.

Immediato l’intervento di un equipaggio del 118, che ha prontamente soccorso e rianimato il 50enne infartuato. I sanitari hanno poi provveduto a condurre il paziente presso l’azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta. I medici stanno effettuando i dovuti accertamenti ma l’uomo non sembra essere in pericolo di vita, malgrado il terribile spavento.

Piantagione di tabacco in fiamme, scatta la denuncia. LE FOTO

Macerata Campania. Una grossa porzione di una piantagione di tabacco é andata in fiamme, per un ammontare di danni che supera i 10mila euro. E’ la triste scoperta fatta da un contadino di Casalba, località di Macerata, intorno alle ore 14 di questo pomeriggio. Il rogo, a causa anche dei venti moderati, si è espanso velocemente, senza risparmiare quasi nessuna delle tante piante in via di essiccazione.

Sul posto sono giunti i vigili del fuoco per domare le fiamme, ma ormai il danno era già ingente. Il proprietario della piantagione, il 51enne N. A., residente del posto, ha già sporto denuncia verso ignoti presso la locale stazione dei Carabinieri. La pista attualmente battuta però, non è quella dell’incendio doloso: a causare l’incidente potrebbe essere stata una semplice imprudenza, complice la cattiva abitudine da parte di molti abitanti, di accendere roghi nelle campagne per bruciare rami e sterpaglie.

“Vivere in Piazza”, successo per la prima serata. Stasera De Martino in concerto

San Felice a Cancello. E’ cominciato ieri l’atteso appuntamento con la manifestazione “Vivere in Piazza” organizzata dalla Pro Loco Polis e dal Comitato Festa Settembre a San Felice. L’ appuntamento spalmato su due giornate, con un cartellone ricco di eventi ed ospiti d’eccezione, ha preso il via sabato sera alle 18.30 con l’accensione delle luminarie installate dall’antica ditta “Migliore”. Alla prima serata hanno preso parte tantissimi spettatori, provenienti da tutta la Valle di Suessola. Grande successo per lo spettacolo di danza della scuola “Dance with me” di Nicola Crisci e per le esibizioni del gruppo musicale “Barigamo”, il cantautore neomelodico Floriano ed il rapper Sabba.

Questa mattina invece, a partire dalle 10.00, la piazza è stata ravvivata dal “Mini torneo di calcio tennis”, in collaborazione con la Scuola Calcio Oasi Sanfeliciana, a cui hanno partecipato tantissimi sportivi di ogni età.

Nel frattempo continua la trepidante attesa per il grande concerto di Daniele De Martino, nuova stella nascente della canzone napoletana. Si esibirà questa sera subito dopo gli spettacoli del cabarettista Sasà e della cantante Maria Teresa, in programma dalle 20.30.

Durante la serata sarà inoltre possibile gustare buon cibo, partecipare alle estrazioni della lotteria e passeggiare tra le meravigliose esposizioni artistiche.

 

Ambrosca racconta i suoi primi 100 giorni da sindaco

Cancello ed Arnone. Nella mattinata di sabato 29/09, come da programma, si è svolta la conferenza stampa indetta dal sindaco Ambrosca. Al tavolo dei relatori, insieme al sindaco, presenti anche gli assessori e i consiglieri, che hanno esplicitato i punti ognuno per il proprio ramo di competenza.
Riorganizzazione della macchina comunale, sviluppo ragionato del territorio attraverso una politica urbanistica impostata sul recupero degli immobili dismessi e sulla valorizzazione integrata degli spazi già esistenti, programmazione degli interventi e dei progetti, maggiore risorse per le politiche sociali e per il settore scuola. Queste le linee-guida che hanno caratterizzato i primi cento giorni di governo del sindaco Ambrosca e la sua giunta.

Per quanto riguarda la mensa scolastica, il servizio partirà l’8 ottobre. Verrà istituita una commissione mensa composta dall’assessore delegato, da un insegnante delegato dagli organi scolastici e da un rappresentante dei genitori. Questa commissione, che potrà avvalersi dell’intervento di un rappresentante dell’ASL competente per territorio, provvederà al controllo sui pasti mediante sopralluoghi sul luogo di cottura e nei refettori durante il momento della distribuzione e consumazione dei pasti.
Sempre l’8 ottobre, ci sarà la distribuzione del kit per la raccolta differenziata. Per avere informazioni più dettagliate, approfondire i temi legati all’organizzazione e alla modalità del servizio, l’assessore delegato invita tutta la cittadinanza a partecipare alla presentazione della campagna di sensibilizzazione della raccolta differenziata dei rifiuti che si terrà giovedì 4 ottobre alle ore 17:00 presso la sala consiliare.

Tra i temi più scottanti trattati, quello del randagismo. Il Comune di Cancello ed Arnone è uno tra i primi comuni, se non il primo in assoluto, a presentare la documentazione per la costituzione di uno Stallo temporaneo, cioè una struttura che possa fare da prima accoglienza ai cani randagi, in modo da poterli monitorare, microchippare, sterilizzare e, eventualmente, avviare le pratiche o di adozione o la rimessa graduale sul territorio.
Questa conferenza, insomma, è stata occasione per tirare le somme su quanto fatto finora e lanciare, inoltre, uno sguardo verso il futuro per anticipare quali iniziative sono sul tappeto e vanno, via via, concretizzandosi.

“Siamo una squadra giovane e molto motivata. Quello che vorrei emergesse è il cambiamento generale nel modo di far politica a Cancello ed Arnone: più trasparenza nella gestione dei rapporti, nell’affidamento delle gare pubbliche e nella stesura dei progetti che investono direttamente sul futuro del Comune, maggiore programmazione degli interventi e costante coinvolgimento dei cittadini, sentinelle insostituibili per capire le esigenze e definire le priorità”, queste le parole del sindaco Ambrosca, che continua: “Cerchiamo di tenerci distanti da una politica che non costruisce, che vuole soltanto visibilità, cerchiamo di non accogliere provocazione; abbiamo troppe cose da fare per il paese, non vogliamo impantanarci nel dare visibilità a chi non ha altri mezzi per averla se non quella di mettersi a provocare. Il Comune ha porte aperte e gli amministratori di questa maggioranza sono aperti al dialogo e a raccogliere spunti, riflessioni, proposte che arrivano dalla minoranza o da chiunque altro.
Mettiamoci in mostra, si, ma nell’interesse del paese”.

La Nike di Capua torna in città dopo il restauro

Santa Maria Capua Vetere (di A. Tagliacozzi). Mentre dal sottosuolo dell’antica Capua continuano ad emergere le vestigia del passato, un importante avvenimento si è registrato in questi ultimi giorni e che riguarda la restituzione alla città di uno dei ritrovamenti più importanti e preziosi emersi negli anni passati. Si tratta della famosa statua denominata la Nike di Capua che dopo un lungo e delicato restauro, è ritornata in città ed è esposta nel museo dell’antica Capua in via D’Angiò. La restituzione del reperto statuario si inquadra nel progetto curato del MIBCAT che ha riconsegnato in tutta Italia antiche testimonianze destinandole ai luoghi e alle strutture dei rispettivi ritrovamenti.

La Venere di Capua, una scultura che ripropone nelle sue fattezze la Nike di Paionios, è databile fra la fine del primo e l’inizio del secondo secolo dopo Cristo e rappresenta una delle testimonianze più preziose ospitate nel museo dell’antica Capua. Il sapiente restauro effettuato nei laboratori della Soprintendenza ha consentito di riportare la statua, acefala, alle sue fattezze originali con la plasticità del movimento e la finezza delle vesti che avvolgono le membra e da una serie di rilievi, gli studiosi ritengono che la statua, sinonimo di vittoria, possa provenire dal complesso monumentale dell’Anfiteatro Campano.

Intanto, in tema di ritrovamenti, vi è da segnalare ciò che il sottosuolo ha restituito nel corso di scavi per la costruzione di 50 appartamenti in via degli Orti. Si tratta, di una domus romana quasi confinante con quella già emersa e conosciuta tempo fa e che conferma l’importanza dell’area dove è stata riportata alla luce che custodisce ancora i resti dell’antico “Macellum” rinvenuto e non ancora portato alla luce in via Albana. Quindi, dall’antica Capua, sempre qualche cosa di nuovo, peccato però che la città mostra poco interesse per la sua storia e le sue origini.

Pistola e droga in casa, coppia in manette. Ecco chi sono

Licola. I Carabinieri della stazione di Licola insieme a colleghi del nucleo Cinofili di Sarno e della compagnia di Pozzuoli hanno eseguito perquisizioni, personali e locali, durante le quali è stata arrestata in flagrante una coppia, lui, Luigi Marciano, 44 anni, già noto alle forze dell’ordine e la moglie incensurata.

Nella loro casa i militari li hanno trovati in possesso di un revolver calibro 38 con matricola abrasa e canna tagliata, 170 grammi di marijuana in 50 confezioni e 300 grammi di hashish in stecchette. Più una sorta di rendiconto con sigle e cifre verosimilmente relativo ad attività di spaccio.

L’uomo è stato condotto nel carcere di Poggioreale, la moglie è ai domiciliari.