Faida familiare finisce prima a botte e poi a processo

Regionale. Si sono incontrate in una delle arterie più centrali di Boscoreale (Napoli). Famiglie contrapposte da tempo: ruggini che sono fragorosamente riemerse in piazza Vargas dove i due nuclei (quattro donne e due uomini) se le sono date di santa ragione, a mani nude.

Tanto che tutti i protagonisti della zuffa sono stati costretti a farsi medicare al pronto soccorso dell’ospedale di Boscotrecase: per loro graffi al volto, escoriazioni e tumefazioni in varie parti del corpo, con prognosi comprese tra i tre e i sette giorni.


Dal nosocomio ai guai giudiziari il passo è stato breve: i carabinieri dell’aliquota radiomobile di Torre Annunziata hanno infatti arrestato con l’accusa di rissa aggravata tutte le sei persone protagoniste della rissa, la cui causa scatenante è al vaglio dei militari dell’Arma. Dopo il giudizio con rito direttissimo è stato disposto che i sei attenderanno il processo in libertà.




Condividi