Le donano dei funghi di montagna: donna muore dopo 3 giorni, il figlio…

ARPAIA/ARIENZO/SAN FELICE A CANCELLO. Dramma nella Valle di Suessola, una donna è morta all’ospedale Rummo dopo un’agonia di 3 giorni. E’ successo nel pomeriggio, la salma, su disposizione della Procura di Benevento, è stata sequestrata per l’autopsia.
Si tratta della signora Rosa Villano, 74enne ex commerciante di Arpaia (Bn), paesino confinante con la la zona casertana.
La donna lo scorso week end aveva ricevuto in dono da un conoscente un cesto di funghi raccolti nelle montagne vicine. L’uomo aveva detto: “Li ho mangiati anche io, andate tranquilla”.
Ma purtroppo le cose sono andate in maniera diversa, la donna ha cucinato i funghi e li ha mangiati, serverendoli anche al figlio 50enne.
I due dopo alcune ore si sono sentiti male a causa di forti dolori addominali e sono stati trasportati al Rummo di Benevento.
La signora Villano è morta nel pomeriggio dopo 3 giorni di agonia, il figlio invece è riuscito a cavarsela ed è fuori pericolo.
La donna, ex titolare di un bar, vedova, lascia 4 figli, alcuni parenti sono residenti ad Arienzo e San Felice a Cancello. Ora i familiari attendono la liberazione della salma per i funerali.





Condividi