Clamoroso: terreno pieno di rifiuti ed eternit. Ordinanza notificata al vicesindaco

Capodrise. Sta facendo sensazione la notizia dell’ordinanza firmata ieri dal dirigente dell’Ufficio Ecologia, Mario Volpe, nei confronti del vicesindaco di Capodrise, Vincenzo Negro, incappato in un controllo dei vigili urbani nel suo terreno in via Santa Lucia, praticamente di fronte all’area della fiera settimanale.

IL SINDACO ANGELO CRESCENTE ED IL VICESINDACO ENZO NEGRO

L’ordine è di bonificare ad horas quell’area piena di rifiuti di ogni genere, c’è pure una relazione fotografica da parte della municipale. Il blitz fu effettuato in collaborazione tra esercito e comando vigili diretto da Clemente Piccolo lo scorso 9 agosto, c’era di tutto in quel terreno: pneumatici esausti, materiale di risulta, ceramiche varie e presenza di eternit.


Praticamente una discarica a cielo aperto. Il vicesindaco ora ha 60 giorni di tempo per ripristinare lo stato dei luoghi. Una operazione brillante quella dei caschi bianchi del Comune, stesso discorso per l’esercito ed un plauso assoluto al dirigente Volpe che ha fatto in pieno il suo dovere non guardando in faccia a nessuno spiattellando l’ordinanza, come per legge, sul sito del Comune di Capodrise. Poi dicono che nei Comuni non lavorano, sinceramente troviamo che la maggior parte dei funzionari del Comune di Capodrise sono davvero in gamba.

Pare che alcuni esponenti della minoranza siano già intenzionati a chiedere le dimissioni almeno dalla giunta del politico di via Santa Croce. Se questa cosa accadeva nella vicina Marcianise per Negro non ci sarebbe stato scampo, siluramento immediato.

PER LEGGERE L’ORDINANZA PUBBLICATA SUL SITO DEL COMUNE CLICCA SOTTO

ordinanza negro




Condividi