Luca ucciso da un’auto contromano. Le condizioni dei feriti e le indagini

Casal di Principe. La vita di Luca è stata stroncata da un’auto che viaggiava contromano nel buio della notte. E’ questa la prima conclusione a cui sono giunte le indagini sul tragico incidente stradale avvenuto sulla Statale Nola-Villa Literno, nel territorio di Casal di Principe.

Luca Diana, 29 anni, dipendente del caseificio fratelli Schiavone e fidanzato con la figlia del titolare, è morto dopo che il suo veicolo è stato travolto da un’altra vettura che sopraggiungeva contromano. L’incidente, che ha coinvolto in totale quattro auto, è avvenuto sulla carreggiata in direzione di Nola.


Diana si stava recando a lavorare quando è arrivata improvvisamente un’auto contromano, con a bordo due persone (una è in prognosi riservata). Entrambi sono di nazionalità albanese: l’uomo che era alla guida è ora indagato a piede libero per omicidio colposo in attesa di ulteriori approfondimenti investigativi.

L’ipotesi dei carabinieri è che il conducente abbia imboccato in modo sbagliato la Statale, o che abbia perso il controllo della vettura girandosi. Quel che è certo è che dopo aver colpito l’auto di Diana, ha impattato altre due auto, i cui conducenti hanno riportato ferite non gravi.

La notizia ha scosso anche la Valle di Suessola: Maria, la fidanzata di Luca, ha insegnato alla scuola media Giovanni XXIII di Santa Maria a Vico.




Condividi