Maxi operazione in 10 città, indagati e sequestri. Spuntano nuovi veleni

Marcianise/Maddaloni/Acerra. Operazione di controllo straordinario del territorio dei comuni e delle aree limitrofe di Acerra, Afragola, Giugliano in Campania, Castel Volturno, Mondragone, Maddaloni, Marcianise, Mugnano, Napoli e Nola.

In campo 33 equipaggi, per un totale di 85 unità appartenenti al Raggruppamento “Campania” dell’Esercito Italiano e alle Polizie locali dei Comuni interessati.

Sono state controllate 26 persone, di cui 2 denunciate all’Autorità Giudiziaria e 7 sanzionate. Sono stati anche controllati 25 veicoli, 4 dei quali sequestrati.

Sono stati rinvenuti 8 nuovi siti di sversamento di rifiuti anche pericolosi (carcasse di auto, pneumatici, eternit e scarti industriali).

Nel complesso sono state contestate sanzioni amministrative per circa 8000 euro.

In particolare, tre veicoli sono stati sequestrati mentre trasportavano abusivamente rifiuti, costituiti prevalentemente da materiale ferroso; i conducenti sono stati sanzionati.


E’ stato inoltre rinvenuto un autoveicolo carico di legno, ferro e plastica; il proprietario è stato successivamente individuato e sanzionato per abbandono incontrollato di rifiuti.

E’ stato denunciato il titolare di un’officina in quanto, privo delle autorizzazioni ambientali e dei registri di carico e scarico, provocava la fuoriuscita di sostanze pericolose per l’ambiente e la salute dei cittadini.

I risultati, seppur ancora parziali in quanto l’attività di controllo è ancora in corso, sono il frutto della modalità operativa di contrasto, promossa dall’Incaricato per il contrasto al fenomeno dei roghi nella regione Campania, Gerlando Iorio e basata  su  azioni  coordinate,  alle  quali  concorrono l’ Esercito, le Forze dell’Ordine e le Polizie Locali, anche per il controllo delle aree della Terra dei Fuochi dove hanno sede siti di stoccaggio e trattamento dei rifiuti.




Condividi