Tre pregiudicati bloccati in banca

Regionale. Tre uomini accusati di diverse truffe sono stati arrestati a Piacenza dalla polizia. Hanno tentato di aprire conti correnti in banca utilizzando carte di identità false, per incassare assegni rubati del valore di 25mila euro.

Ad avvertire la polizia sono stati i direttori di due filiali bancarie del centro, insospettiti da quei clienti che si erano presentati per aprire un conto e versare assegni. Le carte di identità che hanno presentato erano infatti falsificate ad arte, ed erano intestate a ignari clienti di assicurazioni in attesa di rimborsi: i tre avevano intercettato e rubato i loro assegni postali e hanno cercato di incassarli sostituendosi ai legittimi intestatari.


Le manette sono scattate per tre napoletani pregiudicati di 37, 43 e 57 anni: la squadra mobile li ha fermati appena usciti da una banca, trovandoli in possesso di diverse carte di identità false. Dovranno rispondere di ricettazione, sostituzione di persona, uso di sigillo dello Stato contraffatto e tentata truffa in concorso.




Condividi