Tre gravi episodi di cronaca con immigrati protagonisti: la rabbia di Mastroianni

Caserta. “I fatti di cronaca che nell’ ultimo week end hanno interessato le realtà di Castel Volturno, Santa Maria Capua Vetere e Marcianise, sono la dimostrazione plastica del male procurato dalla sconsiderata tolleranza che la sinistra ha riservato, in nome di un umanitarismo tutto ideologico, ma goffamente scollegato dal dato reale, al fenomeno dell’ immigrazione”.

Cosi Salvatore Mastroianni leader casertano del partito di Salvini, che poi ha aggiunto: “La misura è ormai colma: è giunto il momento di provvedere, con piglio determinato e tempestivo, alla messa in atto di iniziative concrete che possano radicalmente segnare un punto di svolta nella gestione del problema, e che non potrà non configurarsi anche come momento di cesura, rispetto ad un passato in cui è stato permesso di tutto e di più”. “Se qualcuno a sinistra – è andato giù duro Mastroianni – immagina di poterci fermare, addebitandoci derive fasciste, xenofobe ed intolleranti, sappia che farà un clamoroso buco nell’acqua: la gente ha paura, ci chiede sicurezza. A noi tocca garantirgliela“.

Presto – ha proseguito il consigliere comunale sammaritano – gli effetti delle politiche innescate dal Ministro Salvini, al quale fin dall’ultima campagna elettorale abbiamo rappresentato le molteplici criticità che attanagliano il territorio, si avvertiranno anche nella nostra provincia, letteralmente devastata dal buonismo della sinistra”.


Del resto – ha ragionato ancora – è di ieri la clamorosa reprimenda del governatore De Luca il quale, nel corso della Festa dell’Unità, ha bacchettato il suo PD, accusandolo di non aver compreso la portata del devastante fenomeno dell’ immigrazione e il coefficiente di paura che esso ha generato negli italiani”.

“Non possiamo più accettare – ha ragionato Mastroiannni – che la centralissima piazza Mazzini a Santa Maria, tanto per fare un esempio, sia bivacco preferito per stranieri licenziosi, rissosi, sempre in preda all’alcol e a scorribande violente, come dimostra la colluttazione con accoltellamento avvenuta ieri; oppure che due marocchini in stato di ebbrezza piombino sulla folla a Marcianise nel corso di un evento religioso; o ancora che a Castelvolturno si possano incendiare auto in pieno giorno per mano di clandestini intenti a consumare vendette trasversali tra di lori”. “In questo quadro – ha chiuso il salviniano – emerge meritoria l’azione di Vigili urbani e forze dell’ ordine che, tra mille difficoltà, in tutti e tre i casi citati, hanno manifestato grande professionalità, ed ai quali va il mio personale apprezzamento e quello del partito che rappresento”‘




Condividi