Santa Maria CV inserita nella piattaforma realizzata da National Geographic

SANTA MARIA CAPUA VETERE. La Città di Santa Maria Capua Vetere, unitamente al circuito archeologico dell’antica Capua, inserita in una sezione della “World Heritage Jouneys”, la piattaforma voluta dalla Commissione Europea per incanalare i flussi turistici e realizzata da National Geographic. All’interno della piattaforma sono presenti trentatre siti Unesco del Vecchio Continente tra cui la Reggia di Caserta che, in questo modo, entrano in rete per raccogliere turisti provenienti da Cina e Nord America.

salvatore mastroianni

La presentazione della “World Heritage Jouneys” è stata lanciata presso la sede Unesco di Parigi e, in contemporanea, presso i siti interessati tra cui appunto la Reggia Vanvitelliana durante la conferenza stampa che ha visto la presenza del Sottosegretario al Mibact Lucia Borgonzoni e alla quale ha partecipato, in qualità di delegato dell’amministrazione comunale di Santa Maria Capua Vetere, il consigliere Salvatore Mastroianni.


La Città di Santa Maria Capua Vetere, con il suo circuito archeologico, è inserita nella sezione “Attractions” dove trovano posto anche Casertavecchia e il suo borgo medioevale, il Belvedere di San Leucio, il Real Sito di Carditello e altri 9 siti di interesse a livello regionale.

“L’inserimento in una piattaforma di tale prestigio – hanno dichiarato il sindaco Antonio Mirra e il consigliere Salvatore Mastroianni – rappresenta un ulteriore passo concreto in quel percorso che abbiamo avviato fin dall’insediamento dell’amministrazione e finalizzato sia alla valorizzazione del patrimonio storico-archeologico che all’incremento delle presenze turistiche sul territorio; si tratta di un nuovo step, in termini di promozione turistica, che si somma alle importanti partecipazioni alla BIT di Milano e alla Borsa Mediterranea del Turismo rispettivamente nei mesi di febbraio e marzo”.




Condividi