Lo straziante saluto a Gerarda Palla, bidella del Righi. Il punto sulle indagini

SANTA MARIA CAPUA VETERE.  Nella chiesa di san Vitaliano nel rione IACP, si sono svolti i funerali della sfortunata bidella Gerarda Palla di 52 anni deceduta nella tarda serata di domenica scorsa nel reparto di terapia intensiva dove era stata ricoverata dieci giorni fa a causa di una rovinosa caduta dal primo piano dell’Istituto tecnico professionale “Righi” mentre era intenta alla pulizia di alcuni infissi.

La chiesa era affollata da parenti ed amici di Gerarda, ma anche da tanti alunni che frequentavano la scuola dove la donna ha prestato servizio per diversi anni. Il sacro rito è stato officiato dal parroco, don Clemente Basilicata che nella sua omelia ha rivolto parole di conforto al marito, Liberato Iorio ed ai figli Ornella, Gennaro e Ferdinando.

Sul fronte delle indagini, continuano gli accertamenti da parte dei carabinieri che sono coordinati dal pubblico ministero Domenico Musto che, come atto dovuto ha iscritto nel registro degli indagati, il dirigente scolastico Alfonsina Corvino alla quale nei prossimi giorni potrebbe aggiungersi anche il responsabile della sicurezza sul posto di lavoro.

La preside Corvino è assistita dall’avvocato Antonio Mirra, mentre la famiglia è rappresentata dall’avvocato Natalina Mastellone, mentre i periti di parte sono i dottori Pasquale Monetti per la preside e Giuseppe De Rosa per la famiglia dell’ennesima vittima di un incidente sul posto di lavoro.

palla1
Gerarda Palla

Sulla tragica vicenda numerosi sono gli interrogativi che gli inquirenti si pongono ed ai quali potranno essere fornite chiare risposte nel corso degli interrogatori e dei sopralluoghi eseguiti anche con l’ausilio di personale ispettivo dell’ASL di Aversa e dell’Ispettorato del lavoro di Caserta.

                                                                                                                               ANTONIO TAGLIACOZZI