De Lucia cade in cella. I legali: “Sta soffrendo di stress”

L’AGGIORNAMENTO

De Lucia cade in cella. I legali: “Sta soffrendo di stress”

SAN FELICE A CANCELLO. Sono ore drammatiche per Pasquale De Lucia, l’ex sindaco di San Felice a Cancello, in carcere da quasi quattro mesi e destinatario mercoledì di una nuova ordinanza.

Ieri mattina, come già riferito, il politico si è presentato davanti al gip Morra per l’interrogatorio di garanzia claudicante e sorretto dalle stampelle. Stando a quanto emerso, De Lucia è caduto nella cella del carcere dove è detenuto.

Si è procurato una lesione al ginocchio e per questo è ancora ricoverato nel reparto di infermeria della casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere. Chi lo ha visto lo descrive molto provato da questa vicenda giudiziaria e dal clamore suscitato.

Proprio in queste ore i suoi legali, gli avvocati Mario Griffo e Federico Simoncelli, hanno presentato un’istanza ai giudici: nella documentazione viene evidenziato il forte stato di stress anche psicologico che sta vivendo l’ex sindaco.

Una carta in vista di una richiesta di scarcerazione già rigettata all’epoca della prima inchiesta, quella che dal 30 settembre scorso lo tiene recluso in carcere.

IL PRIMO LANCIO

SAN FELICE A CANCELLO. Questa mattina nel carcere di Santa Maria Capua Vetere si è tenuto l’interrogatorio dell’ex presidente de consiglio comunale Clemente Biondillo, arrestato nella maxi inchiesta mercoledì alle prime luci dell’alba.

Biondillo è comparso davanti al gip Morra, assistito dal suo legale Clemente Crisci.

Il 42enne panettiere dei Ponti Rossi si è avvalso della facoltà di non rispondere.

La difesa vuole valutare tutte le accuse mosse a carico di Biondillo e poi andare all’interrogatorio.

Biondillo si trova nello stesso reparto dell’ex sindaco Pasquale De Lucia, dominus secondo la Procura di questa inchiesta assieme alla sua ex fedelissima ‘assistente politica’ Rita Di Giunta.

I due tra i vari reati devono rispondere di associazione a delinquere, corruzione e rivelazione di segreti d’ufficio con l’aggravante del metodo mafioso accusati dalla Dda di Napoli.

De LUCIA CON LE STAMPELLE

 

Pasquale De Lucia, in carcere a Santa Maria Capua Vetere dal 30 settembre, è molto provato dalla lunga detenzione (quasi 4 mesi), e nella giornata di ieri ha avuto anche un incidente fortuito nel penitenziario.

Infatti a causa di una caduta, cammina con le stampelle.