Un intero Consiglio boccia proposta dell’assessore, la minoranza: “Evitato un salasso”

CAPODRISE. Clamoroso a Capodrise un intero consiglio comunale vota contro la proposta dell’assessore ed ex sindaco Angelo Andrea Cecere, quindi anche lui stesso, un dietrofront senza precedenti.

E’ successo ieri mattina (assente il consigliere Roberta Argenziano) durante la seduta “Urgente“ del Consiglio comunale che aveva un unico punto all’odg :

Autorizzazione alla rinegoziazione dei debiti con la Cassa Depositi e Prestiti.

La proposta, di natura straordinaria, si inquadra nell’ambito delle iniziative per la gestione attiva del debito già poste in essere dalla Cassa Depositi e Prestiti nel corso degli anni precedenti.

I comuni potevano, entro il 30.05.2017, rinegoziare tutti i prestiti che avevano le seguenti caratteristiche:

– ordinari a tasso fisso, variabile e flessibili con ammortamento interamente a proprio carico, eventualmente oggetto di precedenti operazioni di rinegoziazione;
-importo debito residuo di almeno 10.000,00 euro su ogni singola posizione;
-scadenza del piano di ammortamento successiva al 31 dicembre 2021.
La proposta, avanzata dall’assessore con delega alle finanze- Cecere Angelo Andrea-, prevedeva di
modificare la data di scadenza dei mutui, allungandoli di un anno (dal 2044 al 2045).

La rinegoziazione ha suscitato dubbi e perplessità da parte dei consiglieri di opposizione che già il giorno precedente, data di prima convocazione del consiglio comunale, avevano chiesto e ottenuto il rinvio del consiglio per maggiori approfondimenti.

Ieri, dopo attente analisi e dopo una dettagliata relazione della dott.ssa Guido, responsabile dell’Ufficio di Tesoreria, il consiglio all’unanimità ha votato il ritiro del punto in quanto tale operazione avrebbe comportato un aggravio per le casse dell’ente di 156 000 Euro.
Una cosa inguardabile, che meriterebbe un gesto spontaneo da parte dell’assessore: le dimissioni.
Forse sarebbe il caso che Crescente prenda in carico la possibilità di mettere una Luisa D’Angelo in giunta al posto di un Cecere entrato a far parte di questo consiglio comunale solo grazie alla repentina fuga di una consigliera eletta in prima battuta.

“ Abbiamo evitato – dichiarano i consiglieri Cipullo, Glorioso e Topo – l’approvazione di una proposta di delibera molto dannosa per le casse del nostro ente.
Continueremo a vigilare e a controllare le proposte che arriveranno in consiglio nel solo interesse dell’intera cittadinanza.
Ci auguriamo che nel prossimo futuro ci sia una maggiore attenzione da parte dei membri della giunta; i governi basati sulla approssimazione e sulla superficialità non hanno mai raggiunto grandi risultati.”