Titolare di rivendita auto: “Io perseguitato da Luca Abete, ecco la mia verità”. (LA VIDEO INTERVISTA ED I VIDEO ESCLUSIVI DEL BLITZ DI STRISCIA)

ARIENZO. Ci sembra opportuno sentire anche la controparte nella vicenda delle auto e dei chilometraggi trattata da Striscia la notizia già stasera con un’anticipazione del servizio che andrà in onda domani; tutto è cominciato ieri mattina dopo il blitz di Luca Abete nella rivendita casertana.

Se ne era parlato molto nel marzo dell’anno scorso della visita fatta dal coraggioso inviato del tg satirico” di Canale 5, Luca Abete, al concessionario di auto sito sulla Nazionale Appia ad Arienzo (CE) “Motor Carfora”.

L’inviato di Striscia, giunto sul posto, stava preparando un servizio riguardo la vendita di auto con presunto chilometraggio scalato e si era fermato in zona per intervistare il titolare del concessionario. Durante le riprese del servizio, l’inviato aveva notato nel parco auto una macchina che presentava i chilometri scalati, facendo una comparazione con il chilometraggio effettivo e concludendo il servizio (CLICCA QUI PER VEDERE IL SERVIZIO 2016)

A distanza di quasi un anno, come già è stato raccontato ieri dalla nostra testata, Luca Abete è ritornato presso il concessionario della Nazionale Appia con il suo entourage, per preparare un altro servizio per il tg satirico di Canale 5, ma la sua visita questa volta non è stata gradita ed il titolare ha immediatamente contattato le forze dell’ordine per far allontanare l’inviato ed evitare conseguenze negative. Da tutto questo è derivata poi una discussione dai toni accesi e forti e qualche spintone tra l’inviato di Striscia ed il titolare del concessionario, finiti finanche in mezzo alla strada. Infatti il titolare ha dichiarato:

Più volte ho cercato di far allontanare Luca Abete dalla mia concessionaria ma l’inviato ha insistito, questo mi ha portato a perdere la pazienza”.

Solo allora l’inviato di Striscia, forse intimorito dalla rabbia del titolare che lo ha spinto fuori, è andato via, mettendosi in fuga sulla Nazionale Appia e raggiungendo un bar nelle vicinanze.

In tutta questa vicenda, il titolare continua dicendo: “Non ho gradito la seconda visita di Abete, in quanto il servizio ha riguardato ancora una volta la macchina che era stata menzionata nel servizio del marzo dell’anno scorso (andato in onda ad aprile). Inoltre mi chiedo come mai Luca Abete si sia soffermato solo ed esclusivamente presso la mia concessionaria. Di conseguenza mi sento perseguitato visto che l’inviato ha anche contattato l’acquirente dell’auto oggetto del servizio del marzo scorso, ma il suddetto ha affermato che era a conoscenza della cosa ed è rimasto soddisfatto dell’acquisto.

Carfora ritiene inoltre che Luca Abete abbia sporto denuncia di aggressione presso un ufficio di polizia nel Casertano. Lo stesso titolare pensa di agire anch’egli per vie legali denunciando l’inviato di Striscia in merito a quanto successo sempre nella giornata di ieri

Il titolare ha infine affermato che le porte del suo salone sono aperte a tutti i cittadini, ai clienti per visionare le auto presenti con le targhe visibili, mostrando grande disponibilità.

LA DICHIARAZIONE DEL TITOLARE DI MOTOR CARFORA CON IL SUO PUNTO DI VISTA

GUARDA LA PRIMA PARTE DEL VIDEO ESCLUSIVO DI IERI DALLE TELECAMERE DELLA CONCESSIONARIA: ABETE ED IL SUO ENTOURAGE, ACCOLTI DALLA MOGLIE DI CARFORA, ATTENDONO L’ARRIVO DEL TITOLARE CHE UNA VOLTA GIUNTO PORGE LA MANO ALL’INVIATO.

ECCO IL SEGUITO DA UN’ALTRA PROSPETTIVA, CONVIENE PARTIRE DAL MINUTO 1 E 50 CIOE’ DA QUANDO CARFORA ARRIVA SUL PIAZZALE. SOLO ALLA FINE IL TITOLARE SPAZIENTITO DALL’INSISTENZA DI ABETE LO SPINGE FUORI CON FORZA E I DUE RISCHIANO PURE DI ESSERE INVESTITI SULLA PERICOLOSA STRADA NAZIONALE APPIA

QUESTA L’ANTEPRIMA DI STRISCIA LA NOTIZIA STASERA CON L’AUDIO DELLA PARTE FINALE DEL FATTO

http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/luca-abete-aggredito_27364.shtml