“Tre anni di carcere per chi commette abusi edilizi”. Lo sceriffo De Luca chiede il pugno duro

REGIONALE. “La lotta all’abusivismo si fa prevedendo tre anni di carcere per chi costruisce abusivamente, la sospensione dei funzionari che autorizzano l’allaccio utenze e l’espulsione dalle attività economiche delle imprese che costruiscono”. Lo ha detto Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania nel corso di una conferenza stampa convocata per rispondere alle accuse del “ministro della Giustizia che si presenta come campione della battaglia contro l’abusivismo”, ha affermato in risposta alle critiche alla Campania del Guardasigilli.

“Il ministro della giustizia confessa che lo Stato è impotente e che le misure penali non possono essere realizzate. Questo è scandaloso. Perché visto che la pena è bassa si ottiene la sospensione e questo basta per rinunciare a esercitare l’azione penale. Per questo bisogna prevedere tre anni di carcere. Il governo deve varare un decreto legge che preveda misure drastiche che possono fermare l’abusivismo da oggi in poi”.

“Un mese per l’ambiente”, Pirozzi e Crisci presentano il programma

SANTA MARIA A VICO. Stamani presso la casa comunale di Santa Maria a Vico si è tenuta una conferenza stampa di presentazione del programma “ Un mese per l’ambiente”. La scelta della data non è casuale poiché oggi si celebra la “Giornata Mondiale per l’Ambiente”.

“La cooperazione tra le Istituzioni e la rete di cittadini attivi produce grandi risultati e l’esempio pratico né è l’assessorato all’ambiente del comune di Santa Maria a Vico che, in collaborazione con comitati ed associazioni del territorio, ha fatto sì che il nostro comune fosse un esempio da seguire in materia ambientale. Un percorso iniziato quando abbiamo sposato il progetto Zero Waste e che al momento  ci colloca tra i comuni più virtuosi in termini di percentuale di indifferenziata (dato ufficiale 74\%) , e  ha permesso, caso più unico che raro, la riduzione della Tari”.  Lo ha dichiarato il sindaco Andrea Pirozzi introducendo l’argomento della conferenza.  “Stiamo vivendo  una rivoluzione sociale e culturale, un momento importante per il futuro dei nostri figli. L’ambiente è una delle priorità di questa amministrazione, al momento del nostro insediamento, al di là di qualsiasi colore politico, abbiamo ascoltato e coinvolto tutti nelle attività e progetti a favore dell’Ambiente. Oggi possiamo dire che i traguardi raggiunti sono andati oltre qualsiasi aspettativa. Quando le istituzioni e i cittadini trovano un punto di incontro,a beneficiarne è l’intera comunità e il futuro dei nostri figli”.

“ La Conferenza Episcopale della Campania ha intrapreso nell’anno 2015 un cammino in varie tappe per richiamare l’attenzione sul dramma ambientale , dal titolo “Chiamati a custodire il creato”, seguito poi  dagli orientamenti di “Ricostruiamo le città” che mette al centro la necessità di dialogo tra istituzioni e cittadini, ed  è questo  che la Chiesa intende favorire. Il vescovo  di Acerra, monsignore Antonio Di Donna è in prima linea ad educare alla Custodia del Creato e a mantenere alta l’attenzione su quello che i Vescovi della Campania hanno chiamato “dramma umanitario”, derivante dall’inquinamento ambientale”.  Così Rosa Scogliamiglio referente della Caritas, –  che ha pubblicamente elogiato l’amministrazione comunale per la disponibilità e la sensibilità mostrata verso la tematica ambiente –  noi della Caritas insieme ad altre associazioni presenti sul territorio abbiamo attivato un percorso presso la Basilica S.S Assunta con padre Saverio Fabiano per divulgare questo messaggio”.

Il programma è stato presentato dettagliatamente dall’ ing. Valentino Ferrara responsabile del settore ambiente. Il programma di eventi si estende per l’intero mese di giugno e tra gli incontri più attesi c’è quello con il vescovo di Acerra monsignore Antonio Di Donna, che tanto tiene all’Ambiente, previsto per il trenta giugno.

Bove esce allo scoperto e ufficializza il grande annuncio

MADDALONI. L’ex assessore e consigliere comunale Gigino Bove dopodomani ufficializzerà la sua candidatura a sindaco nel corso di una conferenza stampa presso la sede del nuovo movimento che ha fondato ‘Cambiamo Insieme’.

Bove esce quindi allo scoperto in maniera chiara e nel corso di questo appuntamento illustrerà i suoi propositi per la città.

L’APPUNTAMENTO

Il Movimento Civico – Politico “Cambiamo Insieme”, unitamente ad altri movimenti civici locali , indice una conferenza stampa per Sabato 14 Gennaio alle  ore 11.00 nei locali della sede sita in via Nino Bixio ai civici 78 e 80 in Maddaloni. La conferenza stampa sarà pubblica e  verterà sulla situazione politica maddalonese e sulle prossime elezioni amministrative per la scelta del prossimo sindaco e del nuovo consiglio comunale.