Civica Popolare: Raffaella Pignetti incontra Confesercenti. “Nuove opportunità di sviluppo con le Zes”.

CASERTA. Le imprese, le potenzialità di sviluppo della nostra provincia e la fiscalità agevolata da dedicare alle aziende: sono stati questi gli argomenti al centro del confronto che si è svolto questa mattina tra la candidata alla Camera di ‘Civica Popolare’ Raffaela Pignetti e i rappresentanti di Confesercenti Caserta.

“Ho avuto l’opportunità di impegnarmi per il territorio e per la mia comunità, ho cercato di farlo nel migliore dei modi, e oggi sono qui pronta a raccogliere nuovi spunti, riflessioni e suggerimenti da portare come contributo a questa campagna elettorale – ha dichiarato Raffaela Pignetti – Agli imprenditori di questo territorio va il mio plauso, sono riusciti a sopravvivere in una condizione di estrema difficoltà sia a livello infrastrutturale che di sostegni finanziari e fiscali”.

“Si apre ora una fase che porterà nuove opportunità di sviluppo per vecchi e nuovi imprenditori: la richiesta di inserimento degli agglomerati di Marcianise e Aversa Nord nelle Zone economiche speciali consentirà di ottenere il riconoscimento di una fiscalità agevolata per queste aree industriali. Sono partiti inoltre i primi interventi di manutenzione ordinaria nei vari agglomerati grazie alla fondamentale interazione tra imprese e territorio. Con la fiducia di chi vorrà accompagnarmi in questo nuovo progetto spero di poter continuare a supportare questa provincia, lo farò con la stessa grinta ed efficienza avute fino ad ora”. 

Il presidente provinciale Confesercenti Maurizio Pollini ha detto: “Mi auguro che queste elezioni vadano nella direzione della politica del fare, non del dire. Abbiamo la necessità di incidere sullo scenario delle Pmi perché sulle imprese gravino meno tasse, meno burocrazia, meno fiscalizzazione e si investa più concretamente per le infrastrutture. Con Raffaela Pignetti l’Asi ha fatto importanti passi in avanti quindi conosce bene le difficoltà di questo territorio per poterle affrontare”.

Il direttore della Confesercenti Caserta Gennaro Ricciardi ha aggiunto: “In questi anni abbiamo conosciuto la Caserta delle eccellenze, ma c’è anche una provincia con problemi reali che noi come associazione affrontiamo ogni giorno e che ci auguriamo anche questa campagna elettorale possa approfondire”. All’incontro erano presenti anche Angela Aran, responsabile del patronato Epasa Itaco, e Maurizio D’Anzi, componente del direttivo della Confesercenti Aversa. 

LE FOTO:

Il sindaco cede alle pressioni dei commercianti: la Ztl slitta a gennaio

Il sindaco di Caserta Carlo Marino cede alle pressioni dei commercianti e decide di spostare l’attivazione della Zona a traffico limitato su corso Giannone a gennaio. Ad annunciarlo è stato lo stesso primo cittadino dopo aver ricevuto una delegazione di Confesercenti, composta dal presidente provinciale, Maurizio Pollini, e dal direttore provinciale, Gennaro Ricciardi.

“La Ztl in corso Giannone, peraltro limitata solo ad un senso di marcia, ovvero alla direttrice Aldifreda-piazza Vanvitelli, e a fasce orarie piuttosto contenute, non sarà attivata prima del mese di gennaio. Inoltre, intendiamo realizzare un percorso comune con le associazioni di categoria, a partire dalla Confesercenti, per raggiungere l’obiettivo di ridurre il traffico veicolare e l’inquinamento di questa arteria, senza arrecare danni a nessuno”.

“Senza dubbio – ha aggiunto il sindaco – dei provvedimenti su via Giannone sono necessari, ce li impone la legge, dal momento che la centralina Arpac ha già rilevato decine di sforamenti dei limiti di polveri sottili nell’atmosfera. Pertanto, onde evitare decisioni drastiche derivanti dagli obblighi di legge, bisogna correre ai ripari e disciplinare il traffico in questa strada. È chiaro che siamo disposti a discutere con le associazioni di categoria, aprendo a possibili contributi in termini di idee e di proposte. Tuttavia, una decisione in tal senso va presa: non possiamo più andare avanti con dei rinvii, nell’interesse della salute dei cittadini, a partire dai bambini e dai giovani che frequentano le diverse scuole della zona”.