Rubano auto ad Acerra e la lanciano contro un negozio del centro commerciale. COLPO DA FILM

ACERRA/AFRAGOLA. Una notte di baldoria quella di San Silvestro, ma di lavoro per qualcuno. Ad esempio per gli autori di un rocambolesco colpo portato a termine a pochi minuti dallo scoccare della mezzanotte all’interno del centro commerciale “Le Porte di Napoli”, al confine tra Afragola ed Acerra.

 
Una gang composta da almeno 9 banditi ha dato l’assalto al negozio Euronics Tufano sito all’ingresso della galleria riuscendo a portare via oggetti tecnologici per decine di migliaia di euro. Incredibile la dinamica del colpo che si è svolto tra Acerra ed Afragola, sempre nella notte tra il 31 e l’1: i malviventi sono giunti, infatti, nel centro di Acerra per rubare un’auto parcheggiata in strada da un malcapitato che si stava godendo il Cenone.

 
Aveva già due macchine in dotazione e con la terza hanno dato l’assalto al vicino centro commerciale. La gang ha per prima cosa fatto irruzione nel parcheggio, ovviamente chiuso a quell’ora: il catenaccio è stato tagliato e la sbarra di ingresso divelta con gli arnesi da scasso.
A quel punto restava da scardinare l’ingresso del negozio di elettrodomestici: i banditi ci sono riusciti nel modo più spettacolare, lanciando la Fiat Punto rubata poco prima di Acerra a tutta velocità contro l’entrata del negozio. Come un ariete la vettura ha aperto un varco dove i banditi si sono infiliati iniziando la razzia.

 
I loro rumori sono stati coperti da quelli dell’esplosione dei fuochi d’artificio che salutavano l’inizio del nuovo anno: in questo modo sono riusciti a neutralizzare l’azione della vigilanza privata e a portare a termine il colpo.


Il bottino è da capogiro: nella refurtiva sono finiti tablet, iPhone, smartphone di ultima generazione, televisori per un colpo da decine di migliaia di euro sul quale indagano i carabinieri. Acerra ed Afragola non sono state le uniche città dell’hinterland che hanno registrato furti durante la notte di San Silvestro: come rivelato da “Il Mattino”, i delinquenti hanno dato anche l’assalto alle Poste a Casandrino ed al Comune di Casavatore.