Alla Rotonda 500 musulmani ammassati in preghiera (foto)

SAN NICOLA LA STRADA. Centinaia di musulmani si sono ritrovati questa mattina alla Rotonda di San Nicola la Strada per la festa del Sacrificio, una delle ricorrenze più importanti per l’Islam. Oltre a pregare, la tradizione vuole che ci sia il sacrificio di un montone come Abramo sacrifico’ il proprio figlio a Dio.

L’animale deve essere fisicamente integro e adulto e può essere soltanto un ovino, un caprino o un bovino. L’animale viene ucciso mediante sgozzamento, con la recisione della giugulare che permetta al sangue di defluire, visto che per la legislazione biblica e coranica il sangue è impuro ed è quindi proibito mangiarne.

La carne viene divisa preferibilmente in tre parti uguali, una delle quali va consumata subito tra i familiari, mentre la seconda va conservata e consumata in seguito e la terza viene destinata ai poveri della comunità, che non hanno i mezzi economici per acquistarlo.
A questa cerimonia partecipano uomini e donne e spesso i bambini (che non avrebbero alcun obbligo a celebrare tale festa, essendone esonerati, non essendo ancora puberi) che, per l’occasione altamente festiva, usano indossare i loro migliori abiti.