Botte da orbi tra due famiglie con pregiudicati, corso bloccato

ACERRA. Episodio choc nel tardo pomeriggio di oggi ad Acerra. Due famiglie con pregiudicati, molto note in città, si sono fronteggiate in una rissa incredibile, soprattutto per le modalità che l’hanno preceduta. Il tutto è accaduto all’altezza di corso Italia, peraltro molto traffico come ogni weekend. A fronteggiarsi 7 persone, appartenenti ad uno stesso nucleo familiare, e una coppia padre-figlio, rispettivamente di 60 e 30 anni circa, entrambi conosciuti dalle forze dell’ordine.

Le due opposte fazioni si sono fronteggiate poco prima delle 19 per quello che è sembrato un vero e proprio regolamento di conti. I malintenzionati sono giunti nella zona a bordo di due vetture che hanno utilizzato per bloccare possibili intrusioni dei poveri automobilisti che percorrono abitualmente l’arteria per raggiungere il polo commerciale e la clinica. Posizionate le vetture di traverso, i sette si sono scagliati contro la coppia che ha comunque deciso di non indietreggiare, probabilmente anche grazie a qualche ‘rinforzo’. Sono volati colpi proibiti e, stando alle testimonianze di chi era in zona, sono spuntati anche oggetti contundenti.

L’arrivo delle forze dell’ordine ha messo in fuga i protagonisti della folle rissa, che ha creato una situazione di panico lungo la zona. Non si esclude che a breve gli investigatori possano acquisire eventuali referti del vicino pronto soccorso, in caso di ricovero. Ancora da chiarire i motivi della lite ma pare ormai certo che i due nuclei avessero un conto in sospeso che hanno poi regolato nel modo più evidente possibile.

Blitz nei quartieri, perquisizioni a tappeto dei Carabinieri

REGIONALE. A Napoli, nei Quartieri Spagnoli, perquisizioni dei carabinieri per contrastare le ‘stese’, raid armati con spari in aria a scopo intimidatorio. Nelle ultime 48 ore, sottratte alla malavita organizzata 5 pistole.

Una era nel letto ripiegabile in casa di un 17enne, gia’ noto alle forze dell’ordine,arrestato per detenzione illegale di armi e ricettazione. L’arma era sotto la rete di un letto ripiegabile, ed era una semiautomatica carica, provento di furto, insieme a una pistola a salve, modificata e carica.

In via Concezione a Montecalvario, durante la notte sequestrato nel sotto sella di uno scooter, senza targa e provento di furto, una semiautomatica, rubata, completa di caricatore e cartucce e un paio di guanti in lattice.

Ulteriore sequestro di armi alla Pignasecca dove, nascosta nelle scale di un condominio, vicino alla bici di un bambino, c’era una semiautomatica calibro 6,35 con matricola abrasa carica e con 8 colpi nel caricatore.

Ancora ai Quartieri Spagnoli, nella feritoia di un muro perimetrale chiusa da una pietra, i carabinieri hanno rinvenuto una pistola di fabbricazione spagnola, carica, avvolta in un calzino, 19 dosi e una bustina di cocaina e un bilancino di precisione. Le armi sequestrate saranno inviate al Racis di Roma per gli accertamenti dattiloscopici e balistici

Scoperti a rubare al rione Acquaviva, bloccati 3 pregiudicati

CASERTA. Denunciati, A.A., 40enne, M.R., 22enne, F.B., 45enne, tutti napoletani, trovati in possesso da personale della Polizia di Stato di Caserta di attrezzi per lo scasso.  Sequestrati tre cacciaviti, una pinza ed uno “ spadino “ seghettato. Nel corso della notte, gli agenti della Squadra Volanti , durante i servizi di controllo del territorio disposti dal Questore di Caserta, per prevenire i furti nelle abitazioni, in viale Lincoln angolo via Acquaviva, hanno fermato i tre uomini.

polizi ce

A.A, è stato sorpreso in strada , poco distante dall’ auto con a bordo  M.R. ed F.B.ed alla vista della Volante ha tentato di allontanarsi per eludere il controllo, ma è stato raggiunto e bloccato. Durante una perquisizione uno dei fermati ha lasciato cadere a terra uno spadino seghettato nel vano tentativo di disfarsene mentre  a bordo della vettura gli agenti hanno trovato  tre cacciaviti di vari modelli ed una  pinza.

I tre, tutti con numerosi precedenti penali per furto e droga, sono stati denunciati e nei loro confronti è stato adottato il provvedimento di Divieto di ritorno nel Comune di Caserta. Rimane sempre alta l’ attenzione per contrastare il fenomeno dei furti nelle abitazioni ed i furti di auto.