Rapinata dopo prelievo, due in fuga

SAN PRISCO (S.C.). Rapinata da due balordi, paura per una donna. E’ accaduto stamattina dinanzi al Bancomat posto in via Stellato, nei pressi del famoso bar Paradise Café. Una donna, si è recata allo sportello, come di consueto, per effettuare un prelievo dal proprio conto bancario. La poveretta non si è accorta che invece era osservata in ogni movimento da una coppia di delinquenti.

Così all’uscita dallo sportello, mentre aveva appena depositato la somma nella borsa si è trovata davanti due giovani col volto coperto. I banditi, dopo averla minacciata, si sono impossessati della somma appena prelevata. La signora, intimorita dalla situazione, non ha opposto resistenza. I due, una volta ottenuta il contante, sono subito scappati in sella ad un motorino, facendo perdere le loro tracce. Non vi è stato il tempo nè per la donna e nè per i pochi testimoni dell’accaduto di individuare la targa della moto.

Attualmente la signora sta bene, e dopo che è riuscita a calmarsi e a tranquillizzarsi ha dato l’allarme per provare ad identificare i due malviventi, nonostante le pochissime informazioni a disposizione. Decisive potrebbero essere anche le registrazioni dei filmati di videosorveglianza dei negozi vicini, sperando che abbiano immortalato almeno l’atto della fuga per capire la direzione verso cui sono fuggiti, probabilmente in direzione dell’Appia.

Il raid di questa mattina mette in primo piano l’allarme microcriminalità in zona: tra Santa Maria Capua Vetere e San Prisco nell’ultimo periodo sono diversi gli episodi registrati dalle forze dell’ordine. Nel mirino in particolare sono finiti gli esercizi commerciali con diversi assalti ai bar della cittadina sanprischese. L’episodio più grave è avvenuto, proprio sull’Appia, all’interno di una macelleria di Casagiove: il titolare venne legato dai malviventi per ottenere una somma che stava per versare in banca. Le indagini su questo episodio sono ancora in corso ed in attesa di una svolta.