Investe e ferisce un poliziotto, in manette prete ubriaco

NAZIONALE. Scene da vero e proprio film d’azione hanno visto come protagonista un prete 43enne alla guida di un’auto in stato di ebrezza.

Tutto si è verificato la scorsa notte a Ferrara, allorquando il prelato 43enne era stato segnalato da un giovane ragazzo della zona alla polizia. Un’ora dopo la segnalazione, gli agenti di polizia, a seguito di altre segnalazioni, riescono a rintracciare un’auto che sfrecciava ad alta velocità e da qui parte l’inseguimento, durato la bellezza di 2 ore circa.

Infatti il folle automobilista riusciva a tenere a bada la pattuglia della polizia, infrangendo con reiterazione il codice della strada, passando con il rosso ad ogni semaforo nell’intento di seminare i suoi inseguitori. Poco dopo, gli agenti di polizia riescono a bloccare il conducente grazie a due pattuglie messe di traverso, ostruendo la circolazione. Quando poi gli agenti scendono dall’auto per controllare il conducente, quest’ultimo decide di ripartire, investendo un poliziotto, ferendolo ad una gamba, e danneggiando una volante.

Una volta fermato definitivamente, gli agenti ricevono la sorpresa: alla guida dell’auto c’era un prete di 43 anni, originario del Congo, operante in una parrocchia della città. Nessuna giustificazione da parte sua. Scatta così l’arresto nei suoi confronti.

I reati a lui imputati sono: lesione e resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e guida in stato di ebrezza, con relativi confisca dell’auto e sequestro di patente.

Quest’oggi sarà processato per direttissima e si attende, ora, l’esito del processo a suo carico.