Panaro: i Cosentino incontrarono Zagaria per comprare insieme un terreno

CASAL DI PRINCIPE. Nicola Panaro è un pentito che può rivelare tante cose sulla storia recente del clan dei Casalesi. Ieri mattina l’ex braccio destro di Francesco Schiavone è stato ascoltato in qualità di teste dell’accusa nel processo “Il Principe e la scheda ballerina”, che nel dicembre 2011 portò a 54 arresti.

 

Tra gli imputati c’è anche l’ex sottosegretario Nicola Cosentino e proprio sui legami della famiglia del politico con i vertici del clan dei Casalesi si è voluto soffermare “Il Principino”, come era soprannominato Panaro all’interno della cosca. “So che i fratelli di Nicola Cosentino, gli imprenditori Antonio e Giovanni incontrarono il boss Michele Zagaria durante la latitanza di quest’ultimo” ha dichiarato Panaro in videoconferenza.

 

Secondo il collaboratore di giustizia il motivo dell’incontro tra i Cosentino e Zagaria era relativo ad un affare da portare a termine insieme: l’acquisto di un terreno a Sparanise, nell’area dove poi sarebbe stata aperta la centrale termoelettrica. Accuse pesanti che saranno valutate nella prossima udienza, fissata per mercoledì 2 dicembre, quando gli avvocati di Cosentino cominceranno il controesame di Panaro.