Distrutto dalle fiamme il pub

MARCIANISE. Nella notte tra il 31 marzo e il 1° aprile scorso, infatti, un incendio ha distrutto il pub romano di un imprenditore di Marcianise, rimasto ferito, per fortuna soltanto lievemente, nel tentativo di spegnere le fiamme. Sull’episodio indagano gli agenti del commissariato di San Lorenzo, uno dei quartieri più in della movida romana.

L’incendio, di vaste proporzioni, ha completamente distrutto il pub e ha portato anche l’evacuazione, nelle ore successive al rogo, del palazzo di sette piani che sorge sopra il locale di via degli Anamari.

Testimoni hanno riferito di aver ascoltato un boato e di aver visto le fiamme arrivare fino al terzo piano. Dettagli sui quali stanno lavorando gli investigatori. Lo stesso titolare ha annunciato che il locale sarà riaperto.

L’incendio del pub

 

Incendio devasta storico pub del capoluogo

REGIONALE. Questa mattina un pauroso incendio ha interessato un noto locale nel quartiere Vomero, a Napoli. Si tratta del pub Napoli centrale. Sul posto sono intervenuti immediatamente i vigili del fuoco per domare le fiamme e le forze dell’ordine. Per agevolare le operazioni è stata anche interdetta la circolazione nella zona antistante, in via Gemito. Secondo le prime notizie della Polizia l’origine delle fiamme sarebbe stata di natura accidentale, non dolosa.

Le fiamme sono divampate all’interno del locale, subito dopo il principio d’incendio. Il fumo ha invaso le strade circostanti con pesanti ripercussioni sul traffico veicolare tra lo stadio Collana e la stazione “Quattro Giornate” della linea 1 della metropolitana. Fortunatamente nessuna persona è rimasta ferita.

Rapina choc al pub, pistole contro titolari e clienti

ACERRA. Rapina choc venerdì sera ad Acerra. Una coppia di banditi ha infatti portato via un bottino complessivo di oltre mille euro tra incasso e altri oggetti dal pub “Old English Albachiara” di via Giovanni XXIII.

I malviventi sono arrivati nella zona in sella ad uno scooter e col volto coperto da maschere. Sono entrati in azione verso le 21 quando nel locale c’erano già alcuni clienti intenti a trascorrere la serata di San Patrizio. I delinquenti sono riusciti a cogliere di sorpresa i presenti e si sono diretti verso il bancone. Armati di pistole si sono fatti consegnare l’incasso parziale della serata e poi hanno intimato ad una donna che lavora presso il locale di dare la borsa con denaro e cellulare.

In totale il bottino del colpo supera i mille euro. Sul raid indagano i carabinieri della locale stazione che hanno acquisito le testimonianze delle persone presenti.