Batosta per l'Asi, il giudice reintegra il fedelissimo di Schiappa

CASERTA. Clamoroso all’Asi. E’ una decisione che creerà non pochi problemi di equilibrio politico quella emessa dal tribunale di Santa Maria Capua Vetere sul ricorso presentato dall’ex membro del consiglio direttivo del Consorzio Asi di Caserta presieduto da Raffaella Pignetti.

Il giudice Maria Ausilio Sabatino della III sezione del tribunale civile ha infatti accolto il ricorso presentato da Salvatore Davidde di Mondragone che, a fine giugno, era stato dichiarato decaduto dall’incarico in seguito ad una mossa del neo sindaco della città litoranea Virgilio Pacifico, riferimento del consigliere regionale Giovanni Zannini, che lo aveva revocato da delegato all’Asi.

Con questo provvedimento del 23 giugno, quindi, l’Asi lo ha dichiarato dal comitato direttivo (per esserne membro bisogna essere per legge delegati in assemblea dei Comuni). Davide, però, per il tramite dell’ex sindaco Giovanni Schiappa riuscì ad ottenere il 24 giugno la delega del Comune di Aversa e così pensava di aver salvato il posto nel comitato direttivo. Cosa che però non avvenne con Davidde che cercò di fermare anche la riunione del 26 giugno, facendo arrivare sul posto l’ambulanza con la presidente Asi Pignetti che chiamò addirittura i carabinieri per far continuare la riunione.

Il tribunale ha accolto il ricorso di Davidde che ha impugnato il provvedimento, reintegrandolo nel suo ruolo di componente del comitato direttivo. “L’ordinanza del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere che, grazie alla professionalità dell’avvocato Renato Labriola, accoglie totalmente il ricorso dell’amico Salvatore Davidde, oltre a reintegrare lo stesso nel Comitato direttivo del Consorzio A.S.I. di Caserta, fornisce la misura dell’azione politico-amministrativa del Consigliere regionale Giovanni Zannini e del suo fido Sindaco Virgilio Pacifico” ha affermato l’ex sindaco Giovanni Schiappa. “L’Amministrazione comunale di Mondragone rinuncia ad un suo concittadino nell’esecutivo dell’Asi per “donarlo” alla Città di Aversa”.