Milik in una clinica casertana dopo l'infortunio. Poi la decisione

CASTEL VOLTURNO. Si va verso l’intervento chirurgico per Arek Milik dopo l’infortunio al legamenti del ginocchio destro subito ieri nel finale della sfida contro la Spal.

La risonanza magnetica effettuata oggi nella clinica Pineta Grande di Castel Volturno ha evidenziato un problema che – si apprende – lo porterà con ogni probabilità nuovamente sotto i ferri.  Domani, dopo una nuova visita a Roma, a Villa Stuart, che precederà l’intervento, si saprà di più sull’entità del problema ai legamenti e sui tempi di rientro. 

Milik, 23 anni, lo scorso anno aveva subito ad ottobre la rottura dei legamenti del ginocchio sinistro, saltando in pratica tutta la stagione. In questa stagione Sarri lo aveva proposto titolare nella prima gara di campionato a Verona e poi in Champions contro lo Shakhtar, trovando in entrambe le occasioni il gol.

I partenopei, dunque, dovranno fare a meno del polacco per la seconda uscita in Champions di martedi’ al San Paolo contro il Feyenoord. La gara sara’ diretta dallo scozzese William Collum, che ha gia’ arbitrato il Napoli nella scorsa stagione, in occasione della trasferta ucraina che ha visto la squadra di Sarri superare 2-1 la Dinamo Kiev proprio con una doppietta di Milik.

Nel complesso il suo bilancio con le squadre italiane e’ di tre vittorie (Juve-Sturm Graz 1-0, EL ’10-11; Lione-Juve 0-1, EL ’13-14; Dinamo Kiev-Napoli 1-2, CL ’16-17), 4 pareggi (Cluj-Roma, CL ’10-11, Milan-Anderlecht 0-0, CL ’12-13, Juve-Atletico Madrid 0-0, CL ’14-15, Monaco-Juve 0-0, CL ’14-15) e due sconfitte (Lazio-Levski 0-1, EL ’09-10, Fenerbahce-Lazio 2-0, EL ’12-13). “Ci attende una partita molto difficile in Champions contro il Feyenoord ma dobbiamo prenderci i tre punti”, scrive intanto sulla sua pagina personale Marek Hamsik, che torna anche sulla vittoria di ieri: “e’ stata la partita piu’ difficile della stagione, loro hanno giocato alla grande ma noi abbiamo mostrato di nuovo la nostra forza oltre a un grande carattere: e’ la terza volta che ribaltiamo una partita”. Il Napoli e’ cosi’ a punteggio pieno in campionato dopo sei giornate. “Siamo contenti di aver iniziato alla grande ma siamo ancora a inizio stagione e dobbiamo andare di partita in partita”, tiene i piedi per terra il centrocampista slovacco.