Pallavolo. La Romeo Normanna inizia il ritiro con 2 nuovi acquisti

AVERSA. E’ iniziata oggi (28/8) la preparazione della Romeo Normanna Aversa Academy al campionato nazionale di serie B 2017/2018 di volley. Fra conferme e nuovi arrivi coach Scappaticcio può contare su una rosa di elevata qualità, cui si aggiungono due nuovi atleti di sicuro valore. Si tratta del libero di 180 cm classe ’97 Alessandro Nero, proveniente dalla formazione di A2 del Materdomini Castellana Grotte, e dello schiacciatore Manuel Conte, classe ’96 dal Net Volley Benevento. Nonostante la giovane età, Nero ha sulle spalle ben quattro campionati di serie A2, gli ultimi due giocati da protagonista. Beneventano d’origine, ha al suo attivo anche varie convocazioni nella Nazionale under 20 e la conquista della medaglia d’argento nella Junior League 2015, il più prestigioso torneo giovanile del volley italiano. Con i sanniti Conte nel 2015/2016 ha vinto una Coppa Campania ed è arrivato alla finale regionale under 19. In questi primi giorni il programma degli allenamenti prevede la mattina seduta pesi presso la palestra Fit Progress di Aversa mentre, nel pomeriggio, ci si sposterà a Capua. Previste, sino al 15 ottobre, data d’inizio del campionato, quattro o cinque amichevoli, la prima delle quali in programma a metà settembre.  Questa la rosa al completo a disposizione di coach Scappaticcio, con relativi numeri di maglia: 1 Davis Krumins, palleggiatore (Pallavolo Massa); 2 Simone Berardi, centrale (Club Italia); 3 Gavino Vetrano, centrale (confermato); 4 Manuel Conte, schiacciatore (Net Volley BN); 5 Giuseppe D’Auge, libero (confermato); 7 Matteo Pappalardo, centrale (confermato); 8 Lazzaro Gaetano, palleggiatore (confermato); 11 Roberto Corti, opposto (Pallavolo Massa); 12 Alessandro Nero, libero (Materdomini.it Castellana Grotte); 13 Lorenzo Bonetti, schiacciatore (Kemas Lamipel Santa Croce), 17 Salvatore Di Vincenzo, schiacciatore (confermato); Emanuele Mandolini, schiacciatore (Sabaudia Pallavolo). In più sono stati aggregati gli under 20: 9 Mattia Nocera, schiacciatore; 10 Roberto Mastrangelo, palleggiatore; 14 Arturo Rucco, opposto; 15 Luca Della Volpe, libero; 16 Manuel D’Angelo, schiacciatore. Per impegni personali la società ha dato l’opportunità a Krumins e Berardi di raggiugere i nuovi compagni nei prossimi giorni. “Abbiamo allestito una prima squadra che sarà protagonista nel campionato di serie B”, – afferma senza mezzi termini il vice presidente della Romeo Normanna Tonino Lampitella – “ma non ci dimentichiamo degli altri obiettivi di questa nuova stagione. Puntiamo ad avere un under 20 di valore che disputerà il campionato di serie C e un settore giovanile con ragazzi provenienti anche da fuori regione. Il nostro fiore all’occhiello sarà sempre la ‘Scugnizzeria’. Abbiamo confermato il nostro impegno per uno sport gratuito negli istituti scolastici già affiancati lo scorso anno, ed altri se ne aggiungeranno. Saremo impegnati fortemente nel sociale, con iniziative e manifestazioni. Tutto ciò è possibile grazie alla sempre maggiore determinazione del Gruppo Romeo, che crede fortemente in questo progetto”. “La società ha fatto degli sforzi importanti per permettere a tutti i componenti di poter svolgere nel migliore dei modi possibile il proprio lavoro. Sono soddisfatto, quindi, della campagna acquisti E’ chiaro a tutti che i nostri obiettivi sono importanti ma noi dobbiamo andare avanti per step. Il prossimo approccio è quello della conoscenza fra vecchi e nuovi atleti. Ed è questo l’obiettivo dei primi giorni di lavoro”, conclude il coach della Romeo Normanna Mario Scappaticcio

Paura di Napoli, la Juve si rifugia nel Casertano. Ecco dove

SPORT. Rischia di diventare un caso diplomatico la doppia trasferta che a breve la Juventus terrà al San Paolo di Napoli. Le tensioni dovute alla cessione di Higuain e le polemiche arbitrali della gara d’andata di Coppa Italia stanno suggerendo ai bianconeri una soluzione davvero inconsueta per la tre giorni partenopea.

La Juventus potrebbe infatti alloggiare a Caserta per evitare il contatto con Napoli ed eventuali problemi di ordine pubblico. Due le soluzioni possibili in questo caso: si tratta di due hotel rinomati, uno nei pressi dello svincolo autostradale di Caserta Sud (per raggiungere agevolmente Capodichino), e l’altro nel capoluogo. Stando a indiscrezioni una struttura che fa parte di una catena internazionale sarebbe già stata valutata dallo staff dirigenziale. In questo modo Higuain e soci andrebbero a Napoli soltanto per giocare le due gare e potrebbe attuare l’altra parte del piano studiata dai bianconeri: non restare in Campania nel periodo che intercorre tra le due gare. Qualora l’ipotesi Terra di Lavoro dovesse essere scartata la truppa di Allegri dormirà nel solito ritiro scelto per ogni match in programma a Fuorigrotta, quello di corso Vittorio Emanuele a Napoli.

I due Napoli-Juve si giocheranno domenica 2 aprile alle 20,45 (quello di campionato) e mercoledì 5 alle 20,45 (Coppa Italia, semifinale di ritorno). I dirigenti però stanno pensando di tornare a Torino almeno per la giornata di lunedì, sobbarcandosi due viaggi in Campania nel giro di poche ore. Si prevede un San Paolo stracolmo in entrambe le circostanze dopo la promozione lanciata dalla società azzurra: chi acquista il biglietto di campionato, avrà anche quello di Coppa Italia a un prezzo simbolico (dai 5 euro per le curve ai 12 per la Tribuna Posillipo).